HomeNFTMetaverseSfida all'autorizzazione degli NFT: Elton John e Nike come esempi nel metaverso...

Sfida all’autorizzazione degli NFT: Elton John e Nike come esempi nel metaverso di Roblox

In una recente intervista televisiva, il CEO del metaverso Roblox, David Baszucki, ha discusso della visione di “oggetti e NFT che transitano fluidamente tra diverse piattaforme”, presentando anche un esempio d’uso teorico.  

Inoltre, un altro dirigente di Roblox ha accennato alla possibilità di introdurre gli NFT sulla piattaforma entro il 2022. 

Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

Il ruolo degli NFT nel metaverso secondo il CEO di Roblox

Come sappiamo, Roblox attualmente genera centinaia di milioni di dollari ogni trimestre attraverso la vendita della propria valuta digitale, utilizzata dai giocatori per acquisire asset all’interno della sua piattaforma chiusa. 

Tuttavia, il fondatore e CEO, David Baszucki, sta contemplando l’idea di aprire l’ecosistema di Roblox per consentire l’utilizzo di token non fungibili (NFT) sia sulla sua piattaforma che su altre.

Infatti, durante un’intervista con CNBC, Baszucki ha condiviso il suo “sogno” riguardante oggetti e NFT che possono muoversi liberamente tra diverse piattaforme, sottolineando l’importanza dell’interoperabilità. 

Sebbene non sia chiaro se Baszucki stesse esprimendo una visione condivisa dall’azienda, ha illustrato uno scenario potenziale, suggerendo che personaggi famosi come Elton John potrebbero creare e vendere oggetti benefici su Roblox, che successivamente diventerebbero NFT e circolerebbero al di fuori della piattaforma.

Inoltre, l’interoperabilità consentirebbe agli asset digitali, inclusi gli NFT, di operare su diverse piattaforme, rompendo il modello di ecosistemi chiusi in cui un oggetto o un avatar è vincolato a una piattaforma specifica. 

Baszucki ha indicato che, in caso di successo dell’interoperabilità per gli NFT su Roblox, i creatori come Elton John o aziende come Nike avrebbero un ruolo significativo e un certo controllo nel processo.

A tal proposito, Baszucki ha menzionato Nike come esempio di un’azienda che ha investito negli NFT, evidenziando il decente successo ottenuto attraverso la vendita di scarpe in edizione limitata mediante l’uso di specifici token.

Roblox e gli NFT: una prospettiva che rimane sullo sfondo

A seguito della notizia, ricordiamo che non è la prima volta che un dirigente di Roblox accenna alla possibilità di introdurre gli NFT sulla piattaforma. 

Infatti, nel 2022, l’allora Chief Business Officer, Craig Donato, parlava degli NFT come qualcosa destinato a lavorare sulla piattaforma, quasi considerandoli inevitabili. 

Tuttavia, successivamente sottolineò che, al momento, il passaggio agli NFT non sembrava essere di primaria importanza. Donato ha successivamente lasciato Roblox all’inizio di quest’anno.

Nonostante il potenziale impatto positivo sull’adozione degli NFT, considerando che Roblox conta ora più di 70 milioni di utenti attivi giornalieri, sembra che la spinta per abbracciare gli NFT possa mancare di urgenza per un certo periodo. 

Ricordiamo inoltre che la piattaforma continua a registrare una crescita significativa della sua base di utenti e a ottenere profitti considerevoli dalla vendita della propria valuta.

Nel corso del terzo trimestre di quest’anno, la società ha annunciato di aver generato prenotazioni per un valore di 839,5 milioni di dollari, mostrando un aumento del 20% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. 

Roblox definisce le “prenotazioni” come le entrate generate quando gli utenti acquistano “Robux”, la valuta in-app della piattaforma.

Roblox: ripresa azionaria e performance trimestrali in crescita

Roblox ha attraversato un periodo altalenante sul mercato azionario nei mesi recenti, scendendo a 25 dollari per azione a settembre dopo un picco di 45 dollari all’inizio dell’anno. 

Tuttavia, il titolo ha segnato una notevole ripresa, ottenendo un ulteriore impulso.

In particolare, le azioni del noto sviluppatore di videogiochi hanno registrato un aumento del 19% all’apertura del mercato il 8 novembre, in seguito alla divulgazione dei risultati del terzo trimestre che hanno superato le aspettative degli analisti in termini di profitti e profitti. 

Roblox. nello specifico, ha riportato una perdita per azione di 45 centesimi per il terzo trimestre, inferiore alla stima di 51 centesimi per azione.

I ricavi rettificati, o prenotazioni, hanno raggiunto i 839 milioni di dollari nel periodo, superando la previsione di Wall Street di 830 milioni di dollari, registrando un aumento del 20% su base annua. 

Inoltre, il numero di utenti attivi giornalieri medi (DAU) è cresciuto del 20% rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 70,2 milioni nel terzo trimestre. Analogamente, i giocatori hanno trascorso oltre 16 miliardi di ore su Roblox durante il trimestre, un incremento del 20% rispetto all’anno precedente.

La perdita netta di Roblox nel terzo trimestre è stata di 3 milioni di dollari, in netto calo rispetto ai 277,2 milioni di dollari registrati nello stesso periodo dell’anno scorso.

Infine, nella lettera agli azionisti dell’8 novembre, Roblox ha evidenziato una crescita significativa dei ricavi in Asia orientale e Europa occidentale, mentre gli Stati Uniti e il Canada continuano a guidare la crescita delle prenotazioni.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS