HomeCriptovaluteBakkt aggiunge Dogecoin, Shiba Inu e altri token al suo servizio di...

Bakkt aggiunge Dogecoin, Shiba Inu e altri token al suo servizio di custodia crypto

La società crypto Bakkt ha rilanciato la sua piattaforma dedicata alla custodia di crypto, aggiungendo il supporto a ben 6 nuovi token, tra cui le memecoin Dogecoin (DOGE) e Shiba Inu (SHIB). 

Non solo, la Bakkt Custody prevede già nuove funzionalità migliorate aggiunte, con un’interfaccia che le permetterà di aggiungerne altre in futuro. 

Bakkt Custody aggiunge il supporto a Dogecoin e Shiba Inu e altre crypto

Bakkt Holdings, Inc. (NYSE: BKKT) ha annunciato di aver rilanciato la sua piattaforma Bakkt Custody, con novità in ambito crypto. 

“Bakkt annuncia il rilancio di Bakkt® Custody con funzionalità aggiuntive e un supporto più ampio per gli asset”

E infatti, Bakkt Custody ha ampliato il suo supporto a più crypto come le memecoin Dogecoin e Shiba Inu. 

In totale, a partire da dicembre, la piattaforma della società crypto offrirà quindi il supporto a un totale di 8 crypto, quali Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Ethereum Classic, Litecoin, Dogecoin, USD Coin e Shiba Inu.

A tal proposito, Gavin Michael, Presidente e CEO di Bakkt, ha così commentato:

“Questi asset aggiuntivi ci permettono di soddisfare i clienti che cercano una maggiore fluidità tra le piattaforme. Siamo lieti di aumentare la nostra offerta in modo sicuro e rispettoso delle normative”.

Bakkt Custody supporta Dogecoin e altre crypto e aggiunge nuove funzionalità

Nello stesso tempo, la piattaforma dedicata alla custodia delle crypto, Bakkt Custody offre nuove funzionalità migliorate, e un’interfaccia rivitalizzata che diventa base per consentire la rapida aggiunta di altre funzionalità future. 

Anche qui, Gavin Michael ha voluto commentare come segue:

“Gli eventi dell’ultimo anno hanno rivelato perché la custodia qualificata delle criptovalute è così necessaria. Bakkt è orgogliosa di essere un fornitore che non mischia mai i fondi e che mette sempre al primo posto la sicurezza dei propri clienti. 

Con la custodia come prodotto di base, il nostro team ha lavorato diligentemente per migliorare la nostra piattaforma con un’infrastruttura costruita per resistere al mutevole ambiente normativo. Prevediamo numerosi sviluppi futuri, in quanto continuiamo a investire e a introdurre funzionalità più avanzate”.

Tali aggiornamenti su Bakkt Custody, arrivano in concomitanza con i progressi significativi della piattaforma nei guadagni del terzo trimestre 2023. 

In generale, Bakkt è gestita da Bakkt Trust Company LLC, una banca depositaria qualificata NYDFS. 

L’interesse sulla custodia crypto anche da parte del NASDAQ

Durante questo 2023, esattamente nel mese di marzo, pare che anche NASDAQ (National Association Of Securities Dealers Automated Quotation) avrebbe pianificato il lancio di suoi servizi di custodia crypto. 

In pratica, pare che la mancanza generale di fiducia nel comparto crypto abbia spinto l’azienda a voler entrare in scena. Non solo, alcuni stakeholder crypto hanno anche affermato che l’interesse di NASDAQ nel settore, dimostra proprio la sua maturità. 

NASDAQ è un mercato istituito a Wall Street l’8 febbraio 1971 ed è la prima borsa al mondo ad essere esclusivamente elettronica. 

Il piano di lancio dei servizi di custodia crypto di NASDAQ, però, è stato poi sospeso durante l’estate. La motivazione principale è la complessità normativa in merito al settore crypto negli USA. 

E infatti, l’operatore del mercato azionario ha deciso di posticipare la sua iniziativa in vista delle sfide regolatorie sulle crypto negli USA. La decisione arriva per garantire la conformità del suo servizio con le norme vigenti.  

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS