HomeCriptovaluteDogecoin, Bonk e Pepe: le crypto meme sono ancora divertenti?

Dogecoin, Bonk e Pepe: le crypto meme sono ancora divertenti?

Le crypto meme (memecoin) continuano a crescere in termini di capitalizzazione di mercato, con Dogecoin, Bonk e Pepe tra le prime 4 in classifica per la categoria. 

Ma i loro progetti sono ancora divertenti? Ecco uno specchietto sulle ultime news e le oscillazioni di prezzo di BONK, PEPE e DOGE. 

Dogecoin, Bonk e Pepe: in testa alla classifica dei crypto meme

Su CoinMarketCap, è possibile notare la classifica dei crypto meme per capitalizzazione di mercato. 

Al momento della scrittura, Dogecoin (DOGE) è al primo posto, con 13,7 miliardi di dollari, al terzo posto c’è BONK con 900 milioni di dollari, mentre PEPE è al quarto posto, con oltre 603 milioni di dollari di market cap. 

Numeri che sembrano essere sempre in crescita, anche se il prezzo di ogni token è sotto l’1$, e anche di tanto. 

Infatti, al momento della scrittura, mentre DOGE vale 0,0965$, BONK vale 0,00001476$ e PEPE, ancora meno, 0,000001445$

Considerando che insieme a Shiba Inu, queste memecoin sono tra le più popolari, viene da pensare se i progetti crypto dei meme in genere fanno ancora divertire.

C’è chi sostiene che le memecoin siano la rovina del crypto market dato che in questa categoria ci sono poi tanti di quei token meme che si sono rivelati delle truffe. Ad esempio, molti memecoin sono stati progettati per sfruttare l’affiliazione della criptovaluta con i social media e rubare rapidamente il denaro delle persone. 

Al contrario, Dogecoin, Bonk e Pepe sembrano essere quelle che hanno, invece, risollevato lo spirito al crypto market. 

Dogecoin, Bonk e Pepe: risollevare lo spirito al crypto market

Le storie dietro Dogecoin, Bonk e Pepe sono molto diverse, ma chissà che in comune c’è proprio la volontà dei tre progetti di risollevare lo spirito del mercato delle criptovalute. 

Dogecoin, ad esempio, vanta di essere il primo cagnolino meme del market, supportato addirittura dall’uomo più ricco del mondo in quel periodo, Elon Musk, CEO di Tesla e SpaceX. 

La sua crescita ha rotto il ghiaccio per tutte le altre memecoin, anche se alcune si sono rivelate truffe, ma non tutte. Ad oggi, il sentimento di mercato per DOGE sembra essere ancora positivo, con l’indice Fear and Greed al punteggio di 65. 

Anche BONK pare sia arrivato in un momento in cui l’ecosistema Solana (SOL) aveva un disperato bisogno di buon umore e sembra stia godendo di una bel supporto. 

Proprio in questi giorni, BONK ha anche conquistato addirittura Coinbase, che lo ha listato sul crypto-exchange.

“Coinbase aggiungerà il supporto per Bonk (BONK) sulla rete Solana (token SPL). Non inviate questo asset su altre reti o i vostri fondi potrebbero andare persi. I trasferimenti per questo asset sono disponibili su @Coinbase & @CoinbaseExch nelle regioni in cui il trading è supportato.”

E infine, c’è poi Pepe, la memecoin che ha esordito a metà aprile 2023, ispirata al celeberrimo meme che circola ormai da anni su Internet, Pepe The Frog. 

Tale ispirazione, e non collegamente diretto, ha divertito per un po’ la crypto community che ne ha gonfiato il market cap, ma già nel mese di agosto 2023, sono arrivati i primi dubbi che lasciano pensare che forse PEPE è stata sopravvalutata. 

BONK registra un pump del +44% nelle ultime 24 ore

La notizia del listing su Coinbase, ha fatto impennare il prezzo di BONK, che ha registrato un pump del +44% in sole 24 ore. 

In realtà, BONK è stato inizialmente aggiunto sulla roadmap di Coinbase, mentre il suo trading sulla piattaforma potrà iniziare nella giornata di oggi, a patto che le condizioni di liquidità sono soddisfatte. 

BONK nasce l’anno scorso, a dicembre 2022, come prima moneta dedicata ai cani su Solana. 

Dal suo lancio, BONK ha registrato un boom clamoroso in pochi giorni, che per molti si è trattato di pura speculazione. Di conseguenza, anche SOL, la crypto nativa di Solana ha beneficiato del boom iniziale di BONK recuperando il 40%. 

Considerando questo legame, anche la situazione attuale non sembra diversa. Infatti, il pump di BONK ha portato SOL a salire del +10% nelle ultime 24 ore. Al momento della scrittura, SOL vale 71$. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS