HomeBlockchainSolana: il momento dell'Ethereum-killer è arrivato

Solana: il momento dell’Ethereum-killer è arrivato

Negli ultimi giorni, Solana ha superato Ethereum. 

Non si tratta, però, di un sorpasso a livello generale, tanto che ad esempio per quanto riguarda la capitalizzazione di mercato quella di ETH è ancora di quasi dieci volte superiore a quella di SOL. 

Il sorpasso, invece, è avvenuto in uno specifico contesto, e per quanto riguarda un unico parametro. 

Gli exchange decentralizzati: Solana vs Ethereum

Stando ai dati di DefiLlama, i volumi di scambio giornalieri sui DEX su Solana hanno raggiunto quelli dei DEX Ethereum. 

Anzi, venerdì per la prima volta nella storia il volume giornaliero degli scambi su DEX su Solana è stato superiore a quello dei DEX su Ethereum

Da notare che si tratta di volumi relativamente contenuti, attorno al miliardo di dollari. Ad esempio i volumi di scambio giornalieri di ETH sugli exchange centralizzati sono superiori agli 8 miliardi di dollari, mentre quelli di SOL sono inferiori a 2 miliardi. 

Inoltre va detto che il dato relativo ai DEX non riguarda lo scambio delle sole criptovalute ETH e SOL, ma anche di tutti gli altri token presenti sulle blockchain di Ethereum e Solana. 

In particolare, il recente boom di scambio sui DEX su Solana si deve soprattutto al boom del token Bonk. 

L’incredibile hype su Bonk

Prendendo in considerazione i volumi complessivi di scambio di Bonk sia sui DEX che sugli exchange decentralizzati, il picco massimo storico si è verificato proprio tra il 15 ed il 16 dicembre. 

Bonk è un token su Solana lanciato a dicembre dello scorso anno, e che non aveva mai superato i 200 milioni di dollari di scambi giornalieri fino all’8 dicembre. 

Anzi, a dire il vero se si escludono le settimane iniziali, in seguito non aveva superato nemmeno i 10 milioni fino a fine ottobre. 

A partire da fine ottobre, con il risveglio dei mercati crypto, si sono impennati sia i volumi di scambio che il prezzo. 

Il 13 dicembre i volumi erano saliti a 350 milioni di dollari, ed il giorno seguente erano già schizzato a 680 milioni. 

Il picco del 15/16 dicembre ha visto prima il sorpasso dei 3 miliardi di dollari, e poi una flessione a 2,6 miliardi. Questi numeri da soli sono in grado di giustificare il sorpasso del volume degli scambi giornalieri sul DEX su Solana nei confronti dei DEX su Ethereum. 

Il ritorno alla normalità

Infatti ieri il volume di scambio dei token Bonk è sceso a 1,1 miliardi di dollari, ed il volume giornaliero degli scambi sui DEX su Ethereum è tornato superiore a quello su Solana. 

Dato che Bonk è un token che si “risveglia” prima di Natale, questo trend è destinato ad esaurirsi in fretta, e la flessione di ieri sembra destinata a perdurare anche oggi. 

Pertanto si è trattato di una circostanza eccezionale non dovuta nello specifico a Solana ma ad un token emesso sulla blockchain di Solana, e quindi scambiabile sui DEX Solana e non su quelli Ethereum. 

Ad esempio considerando altri parametri, come il TVL, Ethereum continua a dominare incontrastato, con il 55% dell’intero TVL DeFi

Sebbene sia leggermente in calo rispetto al 56% di inizio mese, si tratta comunque di più della somma del TVL di tutte le altre chai messe assieme. 

Inoltre Solana da questo punto di vista non è nemmeno sul podio, perché a fronte di 28 miliardi di dollari di TVL su Ethereum, 8 miliardi su Tron e 3 miliardi su BCS, Solana è solo al quinto posto con poco più di un miliardo. 

La stessa capitalizzazione di mercato di Bonk è di poco superiore al miliardo di dollari, e questo indica che non sono molti i token BONK immobilizzati sui DEX. 

Solana sta sfidando Ethereum

Nonostante ciò si può comunque affermare che SOlana in qualche modo sta sfidando Ethereum. 

Se da un lato Ethereum in generale sembra inattaccabile in questo momento, dall’altro vi sono delle nicchie in cui invece Solana o altre chain possono performare meglio.

In particolare performano meglio laddove risulta essere più importante che le fee siano contenute. Ad esempio sui DEX può essere un problema se le fee medie per transazione si aggirano sui 10$, come è il caso delle attuali transazioni su Ethereum. 

Solana consente transazioni più veloci e con costi decisamente inferiori, quindi non è un caso se token come Bonk, non rivoli ai grandi investitori, vengano ormai emessi su blockchain come quella di Solana e scambiati lì magari su DEX. 

D’altronde Bonk è stato aggiunto ai principali exchange centralizzati solo di recente, mentre fino a solo pochi giorni fa praticamente si poteva scambiare solo su DEX. 

Da notare che il volume di scambio delle ultime 24 ore di Bonk su tutti gli exchange è tornato sotto i 700 milioni di dollari, quindi il fenomeno di cui sopra risulta ormai essersi esaurito. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS