HomeCriptovaluteBitcoinBitMEX: la missione spaziale per portare Bitcoin fisicamente sulla luna

BitMEX: la missione spaziale per portare Bitcoin fisicamente sulla luna

BitMEX insieme a Astrobotic, Bitcoin Magazine e Oxcart Assembly ha visto oggi concretizzarsi la sua missione spaziale per portare Bitcoin (BTC) fisicamente sulla Luna. Il decollo del razzo Vulcan della United Launch Alliance (ULA) con a bordo Bitcoin è avvenuto oggi. 

BitMEX e la spedizione fisica di Bitcoin sulla Luna

Oggi, è la giornata dedicata al decollo del razzo Vulcan della United Launch Alliance (ULA) con a bordo Bitcoin. L’iniziativa è opera del crypto-exchange BitMEX insieme a Astrobotic, Bitcoin Magazine e Oxcart Assembly. 

“Un messaggio da @cryptohayes: Oggi è il giorno in cui mandiamo $BTC sulla Luna con @Astrobotic. Sarà a bordo @ulalaunch #VulcanRocket che decollerà oggi alle 2:18am ET Guardate il lancio in diretta su Twitch https://twitch.tv/bitmex_official e Ricordatevi di partecipare al nostro concorso di trading #BitcoinToTheMoon http://bitmex.com/guilds”

Il co-fondatore di BitMEX, Arthur Hayes, è in prima linea per la nuova iniziativa senza precedenti, che vuole evidenziare il vasto potenziale dell’ecosistema del bitcoin, oltre i limiti della Terra. 

Con trasporto fisico di Bitcoin, s’intende l’incisione di un indirizzo pubblico 1MoonBTCixFH3XTrWRCbMpK23o74nQrA1Q e una chiave privata. 

Ovviamente, la missione lunare di oggi dalla stazione spaziale di Cape Canaveral, in Florida, non è esclusivamente dedicata a Bitcoin. Infatti, il suo trasporto rappresenta uno dei 201 carichi utili della missione. 

BitMEX e la missione spaziale di Bitcoin sulla Luna insieme al concorso di trading

La super iniziativa di far atterrare un asset finanziario rivoluzionario come Bitcoin sulla Luna, dovrebbe segnare anche il primo atterraggio lunare occidentale senza problemi. Questo dalla missione Apollo 17, condotta dalla National Aeronautics and Space Administration (NASA), nel 1972.

Gli appassionati e i curiosi possono seguire i progressi della missione attraverso una trasmissione in diretta su NASA TV, a cui si può accedere registrandosi. 

“Il primo lancio robotico commerciale statunitense verso la Luna è partito con successo l’8 gennaio con il primo volo di @ULALaunch#VulcanRocket.  Il lander della missione Peregrine 1 di @Astrobotic Il lander della missione Peregrine 1 dovrebbe raggiungere la superficie lunare a febbraio: http://go.nasa.gov/3NVw46S

Le previsioni vedono l’atterraggio di Bitcoin sulla superficie lunare per febbraio 2024, perfettamente conservato per le generazioni future. 

BitMEX invita le persone a inviare messaggi personali e i loro satoshis sulla Luna, creando un collegamento unico tra la Terra e lo spazio.

Non solo, BitMEX ha messo a disposizione per i suoi utenti la possibilità di partecipare ad una gara di trading dove sono ora in palio 100.000$ e molto altro. 

“GRANDE settimana per il nostro Top Trader che si è portato a casa $2,2M+ dal trading di $BTC  Appena in tempo per la nostra missione #BitcoinToTheMoon. Potresti essere tu il prossimo con la nostra più grande competizione: partecipa alla gara di trading #BitcoinToTheMoon nel corso della giornata, dove sono in palio $100K $USDT, un Omega Moonwatch e molto altro. Partecipa qui https://bitmex.com/guilds”

Arthur Hayes e la proposta di una stablecoin Bitcoin-based

L’attuale progetto di portare il crypto-asset per eccellenza sulla Luna, sembra sia diventato una realtà. 

Al contrario, la proposta di una stablecoin Bitcoin-based di Arthur Hayes dello scorso marzo 2023, invece, pare non sia stata poi sviluppata. 

E infatti, il co-fondatore di BitMEX aveva proposto una stablecoin basata su Bitcoin, chiamata Satoshi Nakamoto Dollar (NUSD). Il suo obiettivo era rendere la stablecoin libera da qualsiasi movimento del dollaro americano (USD) e quindi dalle banche. 

NUSD sarebbe diventato il prodotto di un servizio di tokenizzazione fiat che le banche si rifiutano di offrire. Di certo, le stablecoin decentralizzate distruggerebbero i trilioni di dollari che il sistema bancario globale guadagna ogni anno con le commissioni sulle transazioni e sulle operazioni di cambio. 

Ma per Hayes, il suo progetto di stablecoin doveva servire a colmare il divario tra finanza centralizzata e DeFi, eliminando cioè i servizi bancari. 

Ad ogni modo, al momento, nessuna NUSD sembra essere stata ufficialmente lanciata, al contrario del razzo spaziale che oggi sta spedendo realmente Bitcoin sulla Luna. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS