HomeSponsoredAxie Infinity limita l’offerta del token SLP per rilanciare il famoso gioco...

Axie Infinity limita l’offerta del token SLP per rilanciare il famoso gioco P2E

*SPONSORED POST

Il gioco di combattimento P2E (Play to Earn) di Sky Mavis, Axie Infinity dispone di tre diversi token associati al suo ecosistema.

SLP è la principale valuta in-game di Axie Infinity ottenibile giocando, AXS è il token di governance e RON è il token di gas (per le commissioni sulle transazioni) della blockchain Ronin di Axie, una sidechain di Ethereum basata sul gioco stesso.

Smooth Love Potion (SLP), il token utilizzato per le ricompense, sta subendo una revisione importante mentre il gioco cerca di stabilizzare il suo modello di guadagno.

Mercoledì, il team di Axie Infinity ha limitato l’offerta di SLP a 44 miliardi di token. Non si tratta di un limite tecnico imposto da un nuovo smart contract che governa la funzionalità del token, bensì di un “contratto sociale” applicato in parte per regolare le ricompense in-game. Al momento, sul mercato ci sono circa 41,4 miliardi di SLP in circolazione.

Con questa scelta Sky Mavis spera di portare il tasso di deflazione di SLP al 2%. Inoltre, la società ha istituito uno stability fund (fondo di stabilità), promettendo di aggiungere 2 SLP al fondo per ogni 10 SLP bruciati, investendo 60.000 USDC per avviarlo.

Secondo un post sul blog ufficiale di Sky Mavis, lo stability fund acquista e vende SLP automaticamente quando l’inflazione è superiore o inferiore al target specifico.

Il team ha dichiarato che “l’obiettivo di questo programma è creare una fonte costante di domanda per SLP e bilanciare domanda e offerta”.

Secondo i dati di CoinGecko, a seguito di questa notizia Il valore di SLP è aumentato di circa il 0,51% nelle ultime 24 ore, ma le performance sono comunque deludenti rispetto al picco raggiunto nel 2021, quando Axie Infinity è diventato popolare e vantava milioni di giocatori attivi.

Con il calo del token SLP di Axie Infinity, i trader appassionati di gaming P2E si stanno interessando alla presale di Meme Kombat, una piattaforma di gaming basata su scommesse, intelligenza artificiale e staking.

Meme Kombat

Ispirata ad Axie Infinity e a giochi di combattimento tradizionali come Mortal Kombat, Meme Kombat offre una piattaforma P2E dove i giocatori potranno scommettere su battaglie tra i personaggi delle meme coin più famose. Il progetto è stato fondato da Matt Whiteman, il COO della società di analisi NFT North Technologies.

Con l’aiuto di diversi sviluppatori di cui ancora non si conosce l’identità, Whiteman vuole creare un gioco divertente e accessibile a tutti che non prevede l’acquisto o il noleggio di NFT. Infatti, per giocare sarà sufficiente comprare e mettere in stake il token nativo MK.

I giocatori potranno usare una parte dei loro token in stake per scommettere sui combattimenti, il cui svolgimento ed esito sarà gestito completamente da una intelligenza artificiale.

Il punto di forza di Meme Kombat sta proprio nell’imprevedibilità, un fattore che incoraggerà i giocatori a formulare strategie per vincere, basandosi sulle caratteristiche dei personaggi in battaglia, sulle meccaniche di gioco e sugli odds.

Le vittorie delle scommesse verranno ricompensate in MK, mentre i risultati e le transazioni saranno registrate sulla blockchain.

Con il lancio della piattaforma previsto per il 2024, inizierà anche la prima stagione che includerà le due modalità di battaglia principali: PvP (Player Vs Player) e PvGame (Player Vs Game).

Al momento, il progetto ha raccolto più di 6,7 milioni di dollari, con il token MK venduto a 0,279 dollari. Acquistando il token in presale con ETH, USDT o BNB, sarà possibile fare subito staking per ottenere ricompense passive con un APY attuale del 141%.

Dopo il lancio, se Meme Kombat avrà successo, il team di sviluppo lo aggiornerà con altri contenuti stagionali come nuove modalità di battaglie e opportunità di guadagno.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS