HomeCriptovaluteEthereumEthereum: test negativo per l'aggiornamento Dencun su Goerli 

Ethereum: test negativo per l’aggiornamento Dencun su Goerli 

Oggi, è stato testato l’aggiornamento Dencun di Ethereum sulla testnet Goerli. 

L’esito è stato negativo. 

L’esito negativo dell’aggiornamento Dencun sulla testnet Goerli di Ethereum

Il problema riscontrato con questo test è stato uno split della catena.

Stando a quanto dichiarato da alcuni sviluppatori Ethereum, ci vorrà del tempo per poter individuare e risolvere i problemi che hanno causato lo split. 

Quando un protocollo decentralizzato viene aggiornato c’è il rischio che non tutti i nodi recepiscano correttamente l’aggiornamento. In questi casi c’è il rischio che si generino due catene, una aggiornata ed una no. 

Nel caso specifico del test di Dencun di questa notte, la partecipazione su Goerli era bassa, e la catena non si è conclusa. 

Comunque, dato che si trattava solo di un test, il suo fallimento non è particolarmente preoccupante, e l’unica conseguenza che avrà sarà che gli sviluppatori dovranno passare i prossimi giorni ad assicurarsi che abbastanza validatori Goerli aggiornino per raggiungere la finalità.

Va, però, ricordato che la testnet Goerli è destinata ad essere deprecata, quindi sarà più importante il prossimo test effettuato sulla nuova testnet Sepolia. 

La testnet Goerli 

Goerli è una delle testnet storiche di Ethereum. È stata lanciata nel 2018, quando la rete Ethereum era ancora basata su Proof-of-Work, ed ormai è diventata obsoleta con il passaggio a Proof-of-Stake. 

Tuttavia, essendo la principale testnet storica è ancora in uso, sebbene nel corso del tempo verrà deprecata ed abbandonata. 

Una testnet è una rete di prova, completamente separata rispetto alla rete principale, su cui si possono fare tutti i test che si vuole senza alcuna conseguenza per la rete principale. 

Vengono utilizzate proprio per cercare eventuali problemi prima di lanciare aggiornamenti sulla rete principale. 

Anche con il passaggio a Proof-of-Stake all’inizio ci furono problemi con i test sulle testnet, e proprio grazie a quei test furono individuati e risolti tutti i problemi, tanto che il lancio finale sulla mainnet di Ethereum avvenne senza problemi. 

Ormai la testnet principale di Ethereum è diventata Sepolia, creata nel 2021 e perfettamente integrata con la Proof-of-Stake. 

Quindi ora gli sviluppatori dovranno analizzare quali problemi hanno causato lo split della catena su Goerli dopo il test dell’aggiornamento Dencun, e poi effettuare un nuovo test su Sepolia. 

L’aggiornamento Dencun su Ethereum: dalla testnet Goerli ai prossimi obiettivi

L’aggiornamento Dencun è il prossimo importante aggiornamento della rete Ethereum. 

Dencun in realtà è un doppio aggiornamento, perché è costituito allo stesso tempo dall’aggiornamento Deneb e da quello Cancun.

Deneb è un aggiornamento del livello di consenso, responsabile della validazione dei blocchi, mentre Cancun è un aggiornamento del livello di esecuzione con le regole del protocollo.

La rete Ethereum ormai è costituita da due livelli, uno di consenso ed uno di esecuzione. Il livello di consenso è quello che, grazie alla Proof-of-Stake (PoS), convalida i nuovi blocchi che vengono aggiunti alla blockchain di Ethereum. Viene chiamato anche Ethereum 2.0, ed è basato sulla Beacon Chain, ovvero la nuova blockchain di Ethereum basata su PoS che consente lo staking. 

Invece, il livello di esecuzione, o networking layer, è quello che consente ai nodi di comunicare tra di loro e che contiene le regole del protocollo Ethereum. 

L’aggiornamento Cancun migliorerà diversi aspetti del livello di esecuzione, mentre Deneb completerà l’aggiornamento sul livello di consenso. Uno degli obiettivi di questo aggiornamento è quello di aumentare la velocità delle transazioni su Ethereum.

I miglioramenti

Cancun mira a rendere la PoS di Ethereum più efficiente e robusta, introducendo allo stesso tempo l’implementazione del Proto-Danksharding

È proprio il Proto-Danksharding che dovrebbe incrementare il numero di transazioni al secondo gestibili dalla rete Ethereum. 

Questo Proto-Danksharding serve come primo passo per poter attivare il Danksharding su Ethereum, ovvero una soluzione basata su rollup che consente di fatto la compressione dei dati delle transazioni, così da rendere possibile inserirne di più in ogni blocco. 

Altri miglioramenti di Cancun saranno la riduzione del costo di archiviazione dei dati, il miglioramento dell’infrastruttura dei bridge a catena incrociata e dei pool di staking, alcune modifiche minori al codice di EVM per migliorarne le prestazioni, ed un miglioramento della sicurezza che elimina la funzione SELFDESTRUCT che potenzialmente potrebbe bloccare gli smart contract.

La cosa più interessante sarà proprio l’aggiunta del Proto-Danksharding, e quindi della possibilità di creare blob di dati compressi da includere nei blocchi. 

I rischi

C’è però il rischio che questo aggiornamento possa creare problemi ad alcuni smart-contract, soprattutto quelli più vecchi. 

Infatti, l’introduzione di nuove modifiche e funzionalità potrebbe creare problemi di compatibilità con questi ultimi. 

Inoltre, il miglioramento dell’archiviazione dei dati richiede una migrazione dei medesimi che non è detto che avvenga senza intoppi.

Per questi motivi è importantissimo che i test sulle testnet diano esiti positivi. 

Non bisogna, però, ritenere che il fallimento del test su Goerli sia qualcosa di grave, perchè anzi è utile ed importante che gli eventuali problemi emergano prima, durante i test, e non quando l’aggiornamento arriverà sulla mainnet. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS