HomeCriptovaluteStable CoinCircle porta la stablecoin USDC su Celo: possibile evoluzione nella valuta del...

Circle porta la stablecoin USDC su Celo: possibile evoluzione nella valuta del gas

Circle, l’emittente di stablecoin, ha annunciato il lancio di USDC su Celo, un Layer 1 compatibile con EVM attualmente in transizione verso un protocollo di scaling Ethereum Layer 2. 

La decisione sull’adozione di USDC come valuta ufficiale del gas di Celo sarà oggetto di un prossimo voto sulla governance. Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

Circle sfrutta Celo: USDC si espande su un layer 1 compatibile con EVM

Come anticipato, Circle, l’emittente di stablecoin che include USDC ed EURC, ha annunciato il lancio della sua stablecoin ancorata al dollaro USA su Celo, un Layer 1 attualmente in transizione verso una rete di scaling Ethereum Layer 2.

Oltre al lancio nativo del token, un prossimo voto di governance sarà determinante per stabilire se USDC assumerà il ruolo di valuta ufficiale del gas su Celo.

Shamus Noonan, Senior Manager, Business Development di Circle, ha dichiarato in merito quanto segue: 

“Circle è entusiasta di entrare a far parte dell’ecosistema Celo, una blockchain riconosciuta per offrire pagamenti veloci e a basso costo a livello globale. Questa collaborazione contribuirà ad ampliare l’accesso a USDC e sfruttare la base di utenti mobile-first di Celo nelle regioni con maggiore adozione della blockchain.” 

Inizialmente nato come Layer 1 compatibile con EVM, Celo ha focalizzato la sua attenzione sulla scalabilità. 

Tuttavia, a luglio, cLabs, la società di sviluppo di Celo, ha proposto con successo il passaggio della rete a un protocollo di scaling Ethereum Layer 2 attraverso un voto favorevole a maggioranza verso la fine del mese.

Al momento, il token nativo di Celo, CELO, è scambiato a circa $0,67, registrando un aumento del 2% rispetto alle 24 ore precedenti, secondo i dati di The Block.

Circle e Solana si uniscono al Consiglio per modellare il crypto futuro normativo 

Il Crypto Council for Innovation (CCI), principale alleanza di società crittografiche globali, ha annunciato l’ingresso di due nuovi membri di spicco durante la conferenza di Davos del World Economic Forum a gennaio. 

Circle, noto emittente di USD Coin (USDC), e la Solana Foundation, sostenitrice della blockchain di Solana, si sono uniti alle fila impressionanti del CCI, seguendo l’ingresso di Google nel consiglio poche settimane prima, durante il CES 2023.

L’importanza di avere un ‘posto al tavolo’ cresce sempre più per i progetti blockchain e le aziende che si trovano ad affrontare contesti normativi complessi in tutto il mondo. 

La decisione di Circle e Solana di contribuire al CCI sottolinea quanto l’organizzazione sia diventata centrale nel consolidare l’influenza nel settore.

Entrambe le società hanno sottolineato l’impegno della CCI verso un dialogo normativo costruttivo come fondamento della loro decisione di aderire. 

In particolare Dante Disparte di Circle ha dichiarato: 

“Prevediamo un anno di collaborazione significativa, con l’obiettivo di stabilire nuovi standard per il settore e di lavorare verso un ambiente normativo che supporti la crescita sicura e sostenibile del denaro aperto.”

Con il previsto aumento della supervisione da parte di entità come la Securities and Exchange Commission, la Federal Reserve e altri organismi nel 2023, l’unità e il coordinamento diventeranno fondamentali. 

Gruppi come CCI, Proof-of-Stake Alliance e Crypto Forum dovranno lavorare a stretto contatto per trasmettere in modo efficace priorità o preoccupazioni ai politici non familiari con le sfumature delle criptovalute.

L’ingresso di Circle e Solana nel consiglio della CCI dovrebbe consentire una strategia più mirata nel confronto con i regolatori. 

Questo potrebbe anche contribuire a bilanciare la prospettiva dominante degli exchange nel consiglio con ulteriori punti di vista DeFi e infrastrutturali, creando così un quadro normativo più completo e inclusivo per il settore delle criptovalute.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS