HomeCriptovaluteIl prezzo di Solana cresce più di Bitcoin ed Ethereum

Il prezzo di Solana cresce più di Bitcoin ed Ethereum

Di recente, il prezzo di Bitcoin è salito molto, sfondando anche il muro storico dei 50.000$, con Ethereum che ha seguito a ruota, ma Solana, in percentuale, ha guadagnato di più. 

I mercati crypto tendono a procedere in modo coordinato, sebbene accidentalmente, ma con alcune variazioni. A volte tali variazioni sono clamorose, mentre altre volte sono solo movimenti di differente ampiezza, ma nella stessa direzione. 

Le performance del prezzo di Bitcoin, Ethereum e Solana

Se escludiamo le stablecoin, BTC, ETH e SOL sono le tre maggiori criptovalute al mondo per capitalizzazione di mercato. 

Il prezzo di Bitcoin ha guadagnato il 4% nell’ultimo giorno, ed il 16% negli ultimi sette. 

Quello di ETH (Ethereum) è a +7% rispetto a ieri, ma a +14% rispetto a sette giorni fa. 

SOL di Solana invece sta facendo segnare un ottimo +8% rispetto a ieri accompagnato da un +20% rispetto a sette giorni fa. 

La quarta criptovaluta al mondo per capitalizzazione di mercato escluse le stablecoin, ovvero BNB, sta facendo segnare solamente un +2% rispetto a ieri ed un +7% rispetto ad una settimana fa. 

Per trovare performance simili a quella di SOL bisogna scendere fino al nono posto (AVAX di Avalanche), mentre per performance superiori bisogna scendere fino al 22° posto di IMX (Immutable). 

Se però confrontiamo la performance nel corso del 2024, ovvero dal primo gennaio ad oggi, SOL si ferma a +11%, mentre BTC è a +18% e ETH a +17%. 

Quindi il vero e proprio boom in questo 20245 lo stanno facendo Bitcoin ed Ethereum, tra le principali criptovalute, mentre Solana lo sta facendo in particolare nell’ultima settimana. 

La crescita di SOL

In realtà, la crescita del prezzo di Solana è iniziata molto prima. 

Fino a metà ottobre 2023 non stava superando i 25$. 

A fine ottobre era già salito sopra i 30$, e nel corso del mese di novembre era raddoppiato salendo anche sopra i 60$. 

La sua corsa però è continuata anche a dicembre, prima salendo sopra i 70$ e poi con un ulteriore grande balzo fino addirittura sopra i 120$ a fine dicembre. Quest’ultimo balzo ha fatto registrare un clamoroso +120% in poco più di un mese. 

In altre parole da metà ottobre a fine dicembre ha fatto segnare un incredibile +450% in meno di due mesi e mezzo. 

Inoltre, dal fallimento di FTX, a novembre 2022, non era mai più tornato sopra i 30$ fino ad ottobre 2023, e dall’implosione di Terra/Luna a maggio 2022 non era mai più tornato sopra gli 80$ fino a dicembre. 

Va però detto che nel corso del 2024 non è ancora tornato sopra i 120$, quindi le sue performance in questo inizio di nuovo anno non sono affatto clamorose. 

Il motivo per cui di recente è salito molto è che a fine gennaio era tornato ben sotto i 90$, quindi quello recente è di fatto un rimbalzo dopo una forte correzione del 30%. 

La crescita del prezzo di Bitcoin ed Ethereum rispetto a Solana

Un discorso differente è quello che si può fare per BTC e ETH, perché invece nel 2024 hanno già fatto segnare picchi di prezzo superiori a quelli del 2023. 

Bitcoin a fine 2023 era passato dai 27.000$ di metà ottobre ai 43.000$ di fine anno, con un +60% in due mesi e mezzo. 

Nel corso del 2024 aveva già fatto un breve balzo a 49.000$ il giorno del lancio sui mercati dei nuovi ETF, ma solo per poi scendere sotto i 39.000$. Quindi i 50.000$ toccati ieri sono il nuovo massimo assoluto post-bolla, e la crescita degli ultimi sette giorni non è stata solamente un rimbalzo. 

Ethereum invece era passato dai 1.600$ di metà ottobre ai 2.300$ di fine 2023, con un guadagno del 45% in due mesi e mezzo. 

A gennaio era salito per un breve momento fino a quasi 2.700$, ma solo per poi scendere a 2.200$. Il ritorno di ieri vicino ai 2.700$ è una via di mezzo tra il rimbalzo di Solana ed il nuovo record annuale di Bitcoin. 

Il prezzo di ETH attualmente è ancora solamente ai livelli di inizio maggio 2022, ovvero ben sotto i quasi 4.900$ di novembre 2021. 

Quindi sul lungo periodo la performance migliore delle tre rimane quella di Bitcoin, rispetto ai livelli del 2021, mentre quella di Solana rimane soprattutto la migliore del 2023. 

Interesse basso dei retail

Una cosa davvero interessante è che non sembra esserci FOMO in atto.

Infatti l’interesse degli investitori e degli speculatori retail è ancora abbastanza basso, nonostante BTC sia tornato solamente a -27% dai massimi assoluti di sempre. 

Questo probabilmente è dovuto all’interesse sempre minore che hanno i retail per Bitcoin, dato che molti di loro sono alla ricerca soprattutto del grande colpo con percentuali di guadagno stellari che BTC probabilmente non può più garantire. 

Se dovesse arrivare vera FOMO, portata magari da qualche memecoin o shitcoin in rapidissima e sbalorditiva risalita, i mercati crypto potrebbero reagire con ulteriori rialzi, anche su Bitcoin ed Ethereum. 

Di sicuro ciò che sta accadendo in queste settimane sui mercati crypto non è ancora in grado di portare vera FOMO, perchè per molti retail un +16% in sette giorni non risulta essere abbastanza attraente. 

La vera e propria follia, che si è già osservata più volte sui mercati crypto, potrebbe arrivare solo a fronte di performance come quella di Solana di fine 2023, ovvero con un +100% in poche settimane.

Nè Bitcoin nè Ethereum sembrano ormai in grado di fare cose simili, in questo periodo, e Solana le ha già fatte a fine 2023.

Le memecoin e le shitcoin invece sono in grado di fare anche di meglio, sebbene a grandi pump facciano praticamente sempre seguire grandi dump. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS