Il 26 marzo, in una delle più belle città dei Paesi Bassi – Amsterdam – c’è stato un incontro crypto con alcune grandi notizie su Grin.

Read this article in the English version here.

Anche se non è così insolito avere questo tipo di eventi ad Amsterdam, tenendo presente gli olandesi e soprattutto la loro passione per il mondo crypto, questa volta la protagonista è stata Grin.

Grin, basata sul protocollo MimbleWimble, è una nuova crypto legata alla privacy che è ancora in fase di sviluppo.

Vale la pena ricordare ancora una volta che il suo sviluppo è interamente finanziato da donazioni. Dietro il progetto c’è un forte team di “maghi” – sviluppatori, membri della community e appassionati di crypto, che sono costantemente impegnati a cercare e ricevere supporto per tutto ciò che sta diventando realtà proprio per la particolarità del progetto.

Grin in Amsterdam: tutte le novità

Alla stazione ferroviaria centrale di Amsterdam, dove si è svolto l’evento crypto, sono arrivate più di 100 persone da tutto il mondo. Sono venuti ad incontrare di persona gli sviluppatori del core team di Grin – Michael Cordner a.k.a. Yeastplume, Daniel Lehnberg, John Tromp, Jasper van der Maarel e Quentin Le Sceller.

L’evento è iniziato con una registrazione di benvenuto dall’anonimo fondatore di Grin – Ignotus Peverell. Se volete sapere perché è stato registrato, chiedete ad Harry Potter di rivelare il segreto della sua magia. Se ricevete la risposta, fatecelo sapere!

Il protagonista Daniel Lehnberg, originario della Svezia e della Grecia, ha dato il via all’evento ponendo le giuste aspettative del pubblico. Ha iniziato con la storia e i dettagli su ciò che è successo da quando il primo messaggio è stato rilasciato in una chat mIRC nel 2016. (00:26:00 citazione qui sotto)

“Grin desidera essere un denaro migliore, preservando la privacy, scalabile e giusto.”

MimbleWimble è un nuovo tipo di design blockchain. Non ha importi e indirizzi sul protocollo. Ogni utente è privato, il che fa la differenza, se si confronta con altri progetti. Si tratta di una comunità open source che si basa completamente sulle donazioni. L’emissione è di 1 Grin al secondo – semplice, minimale ed elegante.

Ci sono stati molti aggiornamenti sullo sviluppo di Grin, la governance, la sicurezza, l’ecosistema e le modalità di contributo/coinvolgimento. C’è stato anche un audit che parla ancora una volta del forte impegno a favore dell’azienda.

Il BIG Brain Michael ha iniziato a raccontare il futuro di Grin e ha condiviso con tutti ciò che è previsto per il progetto insieme agli obiettivi ambiziosi. Michael era esplicitamente dettagliato sulla privacy, la scalabilità e l’importanza di essere aperto e trasparente.

Il terzo Harry Potter dev. Knight – John Tromp. (citazione da 00:59:32) Tromp confermato:

“siamo rimasti scioccati nell’apprendere che un produttore asic [Obelisk] ha presentato un asic cuckatoo31 con un ricordo mai sentito prima, mezzo giga. Anche se altri produttori [Innosilicon] dicono di sì possono annunciare ma non credono che sia economicamente fattibile, con queste incertezze devo riconsiderare il ragionamento basato sull’uso del bottleneck I/O [l’uso dell’accesso alla memoria per moderare l’impatto dell’asic], e propongo di bloccare il calendario dello smaltimento, almeno per il c32 e successivi”.

Gli altri due sviluppatori magici – Jasper van der Maarel (wallet 713) e Quentin Le Sceller hanno partecipato al Q&A alla fine e hanno risposto a tutte le domande che sono state poste dal pubblico.

Quentin Le Sceller è uno dei protagonisti del team di sviluppo di Grin. Ingegnere dell’Ecole des Mines d’Ales, ha poi ampliato i suoi studi con un Master in Sicurezza dei Sistemi Informatici presso l’Università Concordia. Quentin attualmente lavora a BlockCypher dove si occupa dello sviluppo di Grin e di GrinMint, un mining pool di Grin.

Jasper van der Maarel è membro del consiglio di Grin e autore dei primi scambi atomici tra Grin testnet e i testnet Bitcoin ed Ethereum, basati sulle firme di Andrew Poelstra. È anche il creatore di GrinScan e co-fondatore di vault713, un’organizzazione che costruisce prodotti open source che facilitano l’archiviazione, l’invio e lo scambio di Grin.

Wilke Trei, che è un matematico tedesco con particolare attenzione alla crittografia e alla progettazione di algoritmi, ha fatto anche una breve presentazione sui dettagli della memoria del ciclo cuckatoo e su come lo slean mining può aiutare.

Al termine dell’evento c’è stata anche una sessione di Q&A moderata da Jonathan Knegtel, fondatore e CEO di Blockdata, startup di blockchain intelligence con sede ad Amsterdam, che permette al mondo di scoprire e comprendere i progetti blockchain.

L’evento è stato sponsorizzato e supportato in loco da Bitonic, Lemniscap e 0301.