Read this article in the English version here.

Lightning Network (LN) è la nuova tecnologia che consente di effettuare transazioni in bitcoin senza dover passare attraverso la blockchain, utilizzando dei canali che devono essere aperti e poi chiusi inviando delle transazioni, ma senza passare attraverso la blockchain.

Questo rende le transazioni molti più veloci – anzi, istantanee – e riduce enormemente i costi. Attualmente, ad esempio, per registrare una transazione sulla blockchain di bitcoin servono circa 10 centesimi di dollari ed occorre attendere almeno circa 10 minuti prima che venga registrata e un po’ di più prima che venga confermata.

Invece, come si spiega in un post su Reddit, l’utente Legitinternetguy è riuscito ad effettuare 42 transazioni su Lightning Network spendendo solo 600 satoshi per aprire il canale e circa 120 per le transazioni (1 satoshi equivale ad un centomilionesimo di bitcoin).

In totale, quindi, ha speso solo 720 satoshi, pari a circa 4,9 centesimi di dollaro, per 42 transazioni.

Legitinternetguy commenta dicendo. “Praticamente nessuna altra moneta può competere con questi costi“.

Secondo alcuni commentatori del post, si stima che LN potrebbe arrivare a gestire anche 3,5 milioni di transazioni al secondo, ovvero ben più anche di quante ne possa gestire la rete Visa.

Poco tempo fa è stato rilasciato il primo wallet per Android con un intero nodo Lightning Network all’interno, cosa che dovrebbe consentire praticamente a chiunque di poter sperimentare le transazioni con questa nuova tecnologia.

Per il momento se ne consiglia l’utilizzo ancora solo per transazioni di piccoli importi perché la rete di LN è ancora in versione beta e quindi qualche problema potrebbe ancora esserci.