SEC: Ethereum non è una security
SEC: Ethereum non è una security
Criptovalute

SEC: Ethereum non è una security

By Rossana Prezioso - 14 Giu 2018

Chevron down

L’attesa è stata snervante, ma alla fine le autorità statunitensi hanno stabilito che non è possibile trattare Ethereum alla stregua di un prodotto finanziario. Ethereum non è quindi una security secondo la SEC.

La conferma ufficiale

A confermarlo William Hinman, direttore della divisione della finanza aziendale della SEC: stando a come è strutturato, Ethereum non è classificabile come security.

Per determinare se criptovalute e ICO possano essere titoli o meno, la SEC ha considerato l’aspettativa di un ritorno economico, in particolare la presenza di una persona o di un gruppo che sponsorizza la creazione e la vendita del bene, o che gioca un ruolo significativo nel suo sviluppo.

“Il punto chiave per determinare se qualcosa viene venduto come titolo è capire come viene venduto e la presenza di eventuali, ragionevoli aspettative degli acquirenti. Quando pensiamo all’Ethereum come concepito attualmente, vediamo una rete altamente decentralizzata, non il soggetto fortemente centralizzato che caratterizza le offerte di titoli”.

In altre parole, la rete cui fa riferimento ETH non è centralizzata.

La questione delle security

E’ bastato questo al mercato per mettere il turbo e salire di circa il 10% dopo alcune sedute particolarmente difficili.

La questione sulla vera natura delle criptovalute, in particolare di bitcoin ed ethereum, risale a diverso tempo addietro, ovvero quando fu proprio ethereum a essere preso di mira dalle autorità di controllo federali USA.

In quell’occasione la moneta virtuale venne definita “in una zona grigia della regolamentazione”.

Infatti, i primi ETH vennero distribuiti nel 2014 durante una delle prime ICO della storia: il regolatore statunitense ha dovuto appurare se questa vendita fosse stata una vendita di prodotti finanziari o meno dal momento che il ricavato, e quindi i fondi ottenuti dalla vendita, sono stati sfruttati per lo sviluppo della piattaforma.

Il fatto stesso che in molti abbiano acquistato i token ha fatto presupporre la volontà di speculazione per una futura rivalutazione del prodotto acquistato.

Da qui la domanda: ethereum e simili possono essere giudicati alla stregua di una security ovvero di un prodotto finanziario?

La qualificazione di ethereum come security avrebbe implicato la registrazione obbligatoria del prodotto sui registri SEC, ma con la decisione di oggi questo è stato evitato ed il mercato ne ha beneficiato.

Rossana Prezioso
Rossana Prezioso

Appassionatasi alle nuove frontiere dell’editoria online, ha deciso di approfondire ulteriormente le sue conoscenze dedicandosi allo studio dei cambiamenti culturali ed economici derivati dalla nascita della finanza hitech, sviluppando le tematiche riguardanti i nuovi modelli di business ad essa legati e le influenze geopolitiche della new economy criptovalute

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.