Non-Zero, una ICO a misura di trader
Non-Zero, una ICO a misura di trader
Interviste

Non-Zero, una ICO a misura di trader

By Fabio Lugano - 7 Lug 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Il nome Non-Zero deriva dal fatto di voler creare uno strumento all’interno del complesso mondo del trading e finanza che sia in grado di trasformare i giochi a somma zero, che coinvolgono broker e trader, in situazioni a somma positiva, ovvero in cui entrambe le parti possono avere dei vantaggi dalla propria relazione.

Nello specifico, Non-Zero si rivolge al mercato del trading FX, vale a dire il mercato valutario forex, il settore finanziario di maggiori dimensioni e il più liquido.

Nel caso in cui un trader non sia riuscito a condurre dei trade positivi, verrà comunque ricompensato tramite il token che redistribuisce una parte dei profitti dei broker derivante dal cosiddetto Warehousing.

Il token è lo strumento che verrà utilizzato dai broker per questa ridistribuzione. Il progetto ha già l’appoggio di Amana Capital, uno dei maggiori broker inglesi.

Qui la nostra intervista con il CEO Hadi Kabalan:

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.