Eidoo Card Teal
Eidoo Card Purple
Eidoo Card Black

Introduce your digital currencies to the real world.
Experience DeFi on demand with the Eidoo Card

Pre-order yours and enjoy exclusive rewards,
including up to 10% crypto cashback.

Il meglio dei libri crypto sotto l’ombrellone
Il meglio dei libri crypto sotto l’ombrellone
Criptovalute

Il meglio dei libri crypto sotto l’ombrellone

By Fabio Lugano - 11 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Se si è appassionati di blockchain e di criptovalute può certamente rivelarsi utile dedicare parte dell’ozio vacanziero a qualche buon libro e approfondire le proprie conoscenze. Ecco quindi alcuni buoni consigli sulla materia e due piccoli extra (sempre utili quando si parla di mercati e di futuro).

Cominciamo da “Cripto-svelate: Perchè da Blockchain e Monete digitali non si torna indietro”, scritto da Andrea e Massimo Tortorella (Paesi editore 2018).

Si tratta di una guida completa e recentissima, in italiano, sul mondo delle criptovalute e della blockchain che ripercorre tutta la storia dagli inizi sino al giugno 2018, risultando anche uno dei testi più aggiornati sulla materia.

Il libro è arricchito da un’introduzione di Edward D. Luttwark dedicata alle ragioni di fondo, di carattere tecnologico e finanziario, che sono all’origine della nascita del DLT e delle valute virtuali, in una situazione in cui l’offerta genera la domanda perché apre la strada a possibilità precedentemente impensate. Una lettura rapida, divulgativa, ma adatta a chi vuole introdursi in questo mondo e non vuole spezzarsi la schiena con l’inglese.

Passiamo a “Digital Gold: Bitcoin and the inside story of misfits and millionaires trying to reinvent the money” di Nathaniel Popper (2016).

Il volume racconta il percorso dei primi investitori e milionari di bitcoin in modo romanzato, a partire dal 2009 sino al 2015.

Gli errori, le scommesse vinte e quelle perse, narrate non dal punto di vista tecnico, ma come un racconto personale, che segue mese per mese gli eventi dei principali personaggi del settore.

Il libro è stato anche utilizzato dal New York Times per introdurre i lettori nel mondo delle criptovalute. E’ un libro con un taglio giornalistico, scritto da un giornalista che si occupa di finanza e che inizia ad interessarsi alle criptovalute seguendo le vicende dei gemelli Winklevoss

Vediamo poi “The Business of Blockchain, Promise, Practice, and application of the Next Internet Technology” di William Mougayar con prefazione di Vitalik Buterin.

The Business of blockchain avanza nel territorio delle applicazioni possibili del DLT “spacchettando” il concetto in modo molto approfondito. L’autore prevede un futuro con migliaia, se non milioni di blockchain autonome, ognuna delle quali impegnata a ridefinire i flussi di valore, dei processi economici e la ridistribuzione del potere economici finanziario.

Chiaramente vi è anche un’attenta analisi delle possibilità future, che trovano un limite spesso nelle limitazioni mentali degli operatori economici. Mougayar scrive con una profonda conoscenza del settore, provenendo egli stesso da una carriera ultra-trentennale come consulente, CEO, uomo d’affari e mentore di startup.

Continuiamo con “Altcoins: the booming market behind Bitcoin”, scritto da Joseph Alexander Casanova (2018). Il settore delle Altcoin, cioè delle criptovalute al di fuori di bitcoin, è in perenne turbolento sviluppo, ma risulta così cangevole da dover essere relegato più al mondo della cronaca che ai libri.

Nonostante questo non si può offrire una selezione di testi senza indicarne almeno uno che si occupi di questo settore in modo specifico, dando una visione delle alternative storicamente, se possiamo usare questo termine, consolidate.

Il libro è dedicato a chi ha avuto un’infarinatura sul bitcoin e vuole approfondire la conoscenza dei tanti progetti alternativi.

Joseph Alexander Casanova è un giovane imprenditore molto attivo in Florida con esperienze che variano dal settore del lusso a quello delle criptovalute.

Veniamo così a “The Bitcoin Bible Gold Edition” di Bejamin Guttmann (2014). Si tratta di una guida facilmente reperibile che raccoglie un insieme di articoli in grado di affrontare tutti gli aspetti principali di Bitcoin e del suo funzionamento, riferiti però a quando il fenomeno era agli inizi.

Questa edizione è la rivisitazione del testo originario con l’aggiunta di diversi articoli successivi alla prima edizione del 2013.

Una guida bilanciata e completa, anche se non recentemente aggiornata, che può quindi permettere di accompagnare una visione “Storica” del fenomeno delle criptovalute con un insieme di conoscenze di base.

I contributi contenuti sono comunque molto importanti e provengono da TechCrunch, Vitalik Buterin, Daniel Stuckey ed autori di TechCrunch e Motherboard.

Quando si parla di criptovalute e di blockchain si parla ovviamente anche di mercati e di economia. Motivo per cui ci permettiamo di consigliare un paio di libri extra che saranno una lettura piacevole oltre che utile per avere una diversa visione del futuro.

Parliamo di “Memoirs of Extraordinary Popular Delusions and the Madness of Crowds” di Charles Mackay. Se quando seguite le quotazioni di Bitcoin pensate di assistere a fenomeni di mercato unici nella storia, dispiace dirlo, ma vi state sbagliando.

Da quando esiste l’economia la massa, anche composta da persone illuminate, è comunque stata preda di illusioni, spesso fondate, ma nel breve termine devastanti.

Parliamo del fenomeni come la bolla dei Tulipani, la Compagnia dei Mari del Sud, la Compagnia della Louisiana, tutte bolle basate su fondamentali validi, ma che l’avidità irresistibile della gente, vero motore dei mercati, trasformato in bolle prima travolgenti e poi devastanti. Una lettura divertente di un autore del XIX secolo.

In conclusione, come non citare “Economic Possibilities for our Grandchildren” del grande John Maynard Keynes (1930). Questo breve paper, facilmente recuperabile online, è un tocco di fiducia nell’uomo e nelle sue capacità economiche, scritto nel cuore della Grande Depressione dal padre della Macroeconomia moderna.

Il ragionamento è semplice: la scienza, la pace, il controllo della sovrappopolazione e una ragionevole accumulazione dei capitali potranno portare al raggiungimento di uno stato di benessere diffuso e permanente. E se questa accumulazione fosse raggiungibile anche tramite le criptovalute?

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.