banner
Cambio alla SEC, più vicini gli ETF sulle crypto
Cambio alla SEC, più vicini gli ETF sulle crypto
Criptovalute

Cambio alla SEC, più vicini gli ETF sulle crypto

By Marco Cavicchioli - 7 Set 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Da poche ore la Security Exchange Commission (SEC) ha un nuovo commissario, si tratta di Elad L. Roisman.

E subito è iniziata la caccia al personaggio, per capire le sue possibili prese di posizione. Una su tutte: secondo alcune fonti, Roisman sarebbe favorevole agli ETF su bitcoin.

Anzi, avrebbe un background simile a quello di Hester Peirce, il commissario tra gli altri più favorevole a questa innovazione.

C’è di più. Durante un’audizione al Senato tenuta a luglio, proprio Roisman ha dichiarato che “è essenziale che la SEC affronti queste nuove sfide [ICO e blockchain] in modo equo e trasparente, fornisca chiarezza e certezza ai mercati e agli investitori e applichi le leggi e i regolamenti che rendono responsabili i partecipanti al mercato“. Questa posizione appare molto simile a quella di Hester Peirce.

I commissari sono cinque e con la nomina di Roisman ora i favorevoli sarebbero già tre: Hester Peirce, il chairman Jay Clayton e per l’appunto Elad Roisman. Quindi, almeno in teoria, il partito dei favorevoli agli indici-cloni su bitcoin e le altre ora sarebbe in maggioranza.

Tuttavia, bisogna distinguere tra le varie proposte che sono giunte alla SEC, perché una sola è ad oggi la principale candidata a ricevere l’approvazione: quella di VanEck e SolidX, proposta dalla CBOE.

Infatti, la bocciatura della richiesta di Gemini è arrivata con tre voti contrari (compreso quello di Clayton) ed un unico favorevole (quello di Peirce).

Anche qualora Roisman fosse favorevole a questo tipo di ETF, i voti favorevoli sarebbero comunque solo due. Ma Clayton pare invece possa essere favorevole in merito alla proposta di CBOE, pertanto i voti per quest’altra proposta passerebbero a tre, e gli ETF di VanEck e SolidX potrebbero essere approvati.

Però, la decisione potrebbe essere rinviata fino a febbraio 2019, quindi potrebbe volerci ancora un po’ per sapere come andrà a finire.

Nel frattempo, oggi la SEC dovrebbe pronunciarsi in merito ad un’altra richiesta di ETF su bitcoin, quella di Bitwise, che a quanto pare ha davvero poche possibilità di essere approvata.

A fine anno, inoltre, il commissario Kara M. Stein dovrà dimettersi per la scadenza del suo mandato.

Le sue dimissioni riporterebbero a 4 il numero dei commissari, ma si ipotizza che il Presidente Trump possa nominare, come suo sostituto, un nuovo commissario democratico riformatore, per bilanciare la commissione, a quel punto dominata dai repubblicani.

Questo può far immaginare un nuovo commissario più aperto verso l’innovazione (Stein infatti è contraria), aumentando ulteriormente le possibilità che un ETF su bitcoin possa essere approvato.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.