Le top 50 aziende blockchain della Crypto Valley
Blockchain

Le top 50 aziende blockchain della Crypto Valley

By Fabio Lugano - 24 Gen 2019

Chevron down

Presentate a Davos, in occasione del World Economic Forum le 50 aziende top della “Crypto Valley”, l’area della Svizzera che vede la maggior concentrazione di società e startup dedicate al settore blockchain.

Read this article in the English version here.

La recente crisi delle valute virtuali ha visto una contrazione nei valori delle aziende nel settore delle criptovalute. Questo ha colpito anche la famosa Crypto Valley svizzera, dove la capitalizzazione delle prime 50 società nel corso del 2018 è passata dai 44 ai 20 miliardi di dollari ma, nello stesso periodo, il numero di società presenti è passato da 629 a 750, incrementandosi del 20%.

Un segno di grandissima vitalità per quest’area che ha il cuore nel Cantone di Zug, ma che poi si estende in altre aree della Federazione, da Ginevra con 42 startup al Ticino con 39, fino al Liechtenstein che si conferma sede di alcune delle startup più interessanti ed innovative.

top 50 aziende blockchain Crypto Valley

Tra queste società top facciamo notare la presenza del noto multiwallet ed exchange Eidoo, membro fisso di questa lista.

Attualmente questo settore impiega oltre 420 persone nelle sole 50 società più grandi, mentre si calcola che il numero complessivo degli addetti sia pari a ben 3300 unità, costituendo quindi anche un importante fattore occupazionale.

Purtroppo il cosiddetto “Crypto winter”, cioè l’inverno delle criptovalute, ha colpito duramente anche queste aziende sane ed in sviluppo, con una contrazione della capitalizzazione del 55%.

Del resto basti ricordare che bitcoin ha ridotto il proprio valore, in un anno, da 18000 a 3600 dollari, trascinando tutto il settore con sé

Le 50 maggiori società della Crypto Valley, fra cui Eidoo, contano per circa il 20% del totale della capitalizzazione delle cripto mondiali, un segno che comunque il peso dell’area non è diminuito neppure in termini assoluti.

Ognuna della 50 aziende top poi ha un valore medio pari a 400 milioni di dollari e, anche escludendo le prime 5, il valore medio rimane molto elevato, stabilizzandosi attorno ai 365 milioni, dimostrando la presenza di un sottobosco vivace di società mediamente capitalizzate che sono il vero traino dell’area.

Spiccano poi 4 unicorni con un valore superiore al miliardo di dollari, quali Ethereum, Bitmain, Dfinity e Cardano. Quest’anno la lista ha visto 15 nuove entrate, tra cui Sygnum, HDAC, ICON, 4ARTechnologies, WPP Energy, Nexo, ODEM, Mt. Pelerin, Saga, Boscoin, Utopiamusic, Santiment, Quant Network, TokenPay Swiss e Zulu Republic.

Ralf Glabischnig, fondatore e manager di Inacta, ha affermato:

“Oltre ad un numero di start up sempre crescenti vediamo un numero crescente di società già esistenti che entrano nel settore della blockchain con propri progetti o investimenti”.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.