HTC Exodus: la seconda generazione è in arrivo
Blockchain

HTC Exodus: la seconda generazione è in arrivo

By Alfredo de Candia - 1 Mag 2019

Chevron down

La settimana scorsa a Taipei, HTC Exodus ha annunciato il rilascio della seconda generazione del proprio blockchain phone che arriverà durante la seconda metà del 2019.

Read this article in the English version here.

Per Phil Chen, CEO dell’azienda, lo sviluppo di tecnologie legate alla blockchain è ancora in fase iniziale dato che in molti, come si è visto nel caso della partnership tra IOTA e Jaguar, stanno cercando di implementare questa tecnologia in diversi ambiti e HTC, che dispone di una linea di produzione di smartphone, ha deciso di puntare ancora una volta sulla combinazione tra smartphone e blockchain.

Il CEO ha dichiarato che, oltre a supportare la gestione di transazioni in criptovalute grazie ai wallet, il nuovo telefono estenderà le sue app blockchain per includere altre funzionalità come la navigazione, i messaggi e i social media.

Tali applicazioni funzioneranno grazie a connessioni peer to peer, invece di passare per il cloud o il mainframe come in precedenza.

Secondo Chen il beneficio che si ottiene a dotare uno smartphone di funzionalità basate su blockchain è quello di aumentare il livello di privacy dei dati dell’utente, mantenendoli però accessibili.

Pochi mesi fa, nel dicembre del 2018, l’azienda aveva lanciato il primo smartphone blockchain, HTC Exodus, come poi ha fatto anche Samsung con il suo Galaxy S10 e il wallet crypto integrato.

Le vendite di questa prima versione dell’Exodus pare siano state in linea con le aspettative dell’azienda, tanto che, oltre al rilascio della seconda versione, lo stesso Chen ha riferito che HTC sta valutando anche di mettere sul mercato una più ampia gamma di prodotti per la gestione delle risorse digitali, comprese le applicazioni per le criptovalute.

Inoltre, la società coreana ha anche annunciato recentemente l’intenzione di investire in un fondo blockchain statunitense da 50 milioni di dollari, il proof of capital, proprio per lo sviluppo dei telefoni blockchain della compagnia.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.