Facebook annuncerà in questo mese la propria criptovaluta e tante novità
Blockchain

Facebook annuncerà in questo mese la propria criptovaluta e tante novità

By Stefano Cavalli - 5 Giu 2019

Chevron down

Come riportato dalla CNBC, Facebook annuncerà nel mese di giugno la propria criptovaluta e consentirà ai dipendenti di poter scegliere se ricevere lo stipendio in valuta FIAT o nella cosiddetta ‘Facebook Coin’.

Read this article in the English version here.

Circa un anno fa, Facebook ha scelto l’ex dirigente PayPal David Marcus come persona incaricata di esplorare le opportunità che la tecnologia blockchain e le crypto mettono a disposizione.

Da quel momento, diverse fonti hanno inizialmente ipotizzato che Facebook stesse lavorando alla propria criptovaluta in grado di poter essere scambiata attraverso FB Messenger e WhatsApp.

Il comunicato, preso da The Information e riportato dalla CNBC, indica che il colosso dei social media è anche al lavoro per quanto riguarda la progettazione di ATM simili a quelli che conosciamo oggi.

Creare un ecosistema, per gli oltre 2 miliardi di utenti di Facebook, in grado di poter scambiare denaro tra i vari paesi, aiuterebbe senza dubbio la società a diversificare i profitti. Ora come ora, infatti, le maggiori entrate di Facebook derivano dal suo modello pubblicitario che, tuttavia, affronta ogni giorno problemi legati alla privacy per le modalità con cui raccoglie e ottiene le informazioni degli utenti.

Il CEO Mark Zuckerberg ha evidenziato, durante la conferenza per i developer tenutasi quest’anno, che i pagamenti sono un settore importante. Tuttavia, il direttore operativo Sheryl Sandberg e il direttore finanziario David Wehner

“Erano inizialmente scettici su questa iniziativa”

ha affermato The Information.

Sempre secondo il magazine, Facebook sfrutterà organizzazioni di terze parti in modo che fungano da nodi per aiutare la gestione della criptovaluta e riceveranno, sempre secondo queste indiscrezioni, 10 milioni di dollari l’uno.

I nodi saranno in grado di convalidare le transazioni. Tipicamente si tratta di tanti computer che insieme creano una rete decentralizzata ma Facebook sta facendo le cose a modo suo.

Un portavoce dell’azienda ha rifiutato di commentare queste notizie alla CNBC.

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.