ERC777 vs ERC20: lo standard verrà sostituito?
Ethereum

ERC777 vs ERC20: lo standard verrà sostituito?

By Alfredo de Candia - 12 Giu 2019

Chevron down

ERC777 è un nuovo standard per smart contract che sta prendendo piede sulla blockchain di Ethereum, minacciando di scalzare ERC20.

Read this article in the English version here.

ERC777 vs ERC20

Lo standard utilizzato per i token sulla blockchain di Ethereum è attualmente il cosiddetto ERC20 e, dalla sua introduzione nel 2015, sono stati creati 190.000 token compatibili con la mainnet di Ethereum anche grazie alle diverse ICO (Initial Coin Offering) che hanno permesso di diffondere questi token.

Lo standard ERC20 (acronimo per Ethereum Request for Comments; il numero indica i miglioramenti suggeriti tramite EIP – Ethereum Improvement Proposal), proposto da Fabian Vogelsteller e da Vitalik Buterin proprio nel novembre 2015, è un modello per gli smart contract creati sulla blockchain di Ethereum in cui vengono immagazzinate informazioni quali:

  • L’indirizzo ed il relativo saldo
  • Il nome del token dove andranno a posizionarsi;
  • L’abbreviazione del nome del token – anche detto ticker – di solito di 3 o 4 lettere;
  • La posizione del numero dei decimali dove il token sarà salvato;
  • La lista di token holder con il relativo saldo;
  • Specifiche circa il fatto che il produttore del contratto può emettere i propri token standardizzati.

Ovviamente questo standard ha dei limiti: se mandassimo una transazione ad uno smart contract e questo non dovesse riconoscere la nostra transazione allora perderemmo in maniera irrevocabili tutto l’importo inviato. Per aggirare questo problema sono state proposte diverse soluzioni come splittare le informazioni in due processi e sono stati anche introdotti due nuovi standard, ERC223 e ERC677.

Con la proposta dello standard ERC777 di Jordi Baylina, Jacques Dafflon e Thomas Shababi si offre una nuova possibilità di interazione con gli smart contract, mantenendo la compatibilità con il precedente standard ERC20. Infatti, il nuovo standard mantiene tutte le funzioni precedenti ed in più, però, se si mandano accidentalmente dei token ad uno smart contract errato, questi invece di andare perduti, verranno rispediti in automatico al mittente.

Una maggiore efficienza comporta anche un maggior costo di gas rispetto allo standard ERC20, anche se marginale.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.