Giappone, una rete di pagamenti in criptovalute in alternativa a SWIFT
Giappone, una rete di pagamenti in criptovalute in alternativa a SWIFT
Criptovalute

Giappone, una rete di pagamenti in criptovalute in alternativa a SWIFT

By Marco Cavicchioli - 18 Lug 2019

Chevron down

Il governo del Giappone vuole creare una rete internazionale per i pagamenti in criptovalute simile all’attuale rete SWIFT

Read this article in the English version here.

Infatti, secondo quanto riferisce Reuters, un anonimo che avrebbe familiarità con il progetto avrebbe rivelato che il Giappone sta lavorando alla creazione di una nuova rete internazionale per i pagamenti basata su criptovalute con l’obiettivo di utilizzarla al posto della rete SWIFT per combattere il riciclaggio di denaro sporco. 

Non sono chiari i dettagli sullo stato dello sviluppo del progetto e sulle tempistiche di rilascio, ma la fonte anonima sostiene che l’intenzione è quella di iniziare ad utilizzare questa rete già nei prossimi anni. 

Non è nemmeno noto come dovrebbe funzionare questa nuova rete basata su criptovalute. L’unico altro dettaglio disponibile è che non si tratterebbe di un progetto esclusivamente giapponese, ma in collaborazione con altri paesi, tanto che il controllo della rete sarebbe assegnato al Financial Action Task Force on Money Laundering (FATF o GAFI) del G7. 

Il FAFT a giugno avrebbe approvato il piano per la creazione di questa nuova rete, proposto dal Ministero delle Finanze giapponese e dalla Financial Services Agency del Paese (FSA). Non vi sono tuttavia conferme di ciò, sebbene non vi siano ancora nemmeno smentite. 

Il Giappone è stato uno dei primi Paesi ad accettare l’utilizzo di criptovalute, soprattutto bitcoin, come mezzi di pagamento, tanto che nel 2017 è stato anche il primo Paese a regolare gli exchange crypto. 

Inoltre, il fatto di poter contare su registrazioni pubbliche, seppur anonime, delle transazioni su blockchain rende le criptovalute uno strumento potenzialmente interessante per tenere traccia degli spostamenti del denaro a livello globale, in modo da favorire le analisi delle forze dell’ordine sulle pratiche di riciclaggio di denaro. La rete tradizionale SWIFT non consente e non può consentire altrettanto. 

I ministri delle finanze del G7 sono in riunione in Francia questi giorni ed è probabile che, tra le altre cose, discuteranno anche di valute digitali, soprattutto dopo il clamore che sta sollevando il caso Libra.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.