Charlie Lee: “Warren Buffett non investirà mai in bitcoin (BTC)”
Bitcoin

Charlie Lee: “Warren Buffett non investirà mai in bitcoin (BTC)”

By Stefano Cavalli - 19 Lug 2019

Chevron down

La data del famoso pranzo da 4.6 milioni di dollari tra l’investitore miliardario Warren Buffett e il creatore di TRON e CEO di BitTorrent, Justin Sun, sta per arrivare. Mancano solamente 7 giorni e Charlie Lee sostiene già che Buffett non sia interessato a bitcoin, né lo sarà mai.

Read this article in the English version here.

Durante un podcast andato in onda di recente, Charlie Lee di Litecoin (LTC) ha risposto ad alcune domande insieme a Samson Mow di Blockstream. Gli argomenti hanno spaziato dall’imminente halving di Litecoin, programmato per il 6 agosto 2019, fino ai recenti sviluppi sulla criptovaluta.

Negli scorsi giorni, Charlie Lee è stato invitato a partecipare al pranzo di beneficenza con Buffett che ha visto Justin Sun come vincitore. Quando a Lee è stato chiesto quali fossero le sue intenzioni durante l’evento e quali tattiche avrebbe cercato di adottare, ha fatto sapere che il suo obiettivo non è quello di convincere Warren Buffett.

“Non si può convincere. Lui non investe in tecnologia, quindi non si interesserà mai di Bitcoin e non c’è da sorprendersi.”

Justin Sun non si ferma qui ed estende l’invito ad altri partecipanti: questa volta è il caso di Jeremy Allaire, CEO di Circle. Ulteriori inviti verranno resi pubblici nei prossimi giorni.

Il podcast è andato avanti e Charlie ha fatto sapere che l’idea del pranzo ha come scopo quello di ottenere un’esposizione mediatica elevata, in modo che tutti quanti si rendano conto a quale livello si è arrivati oggi con Bitcoin. Ha discusso, inoltre, della sua interazione con l’economista americano Nouriel Roubini.

Justin sta invitando tutta la crypto community a fare domande, più o meno articolate che siano, in modo da poterne selezionare le migliori per poterle porre a Buffett. Probabilmente vi saranno altri ospiti a quella cena e verranno annunciati su Twitter dal Sun stesso.

Come già ribadito, il suo scopo non è quello di far conoscere TRON a Warren Buffett, bensì quello di portare a sua conoscenza l’intero ecosistema crypto.

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.