Blockchain.com lancia un nuovo exchange: The PIT
Exchange

Blockchain.com lancia un nuovo exchange: The PIT

By Stefano Cavalli - 30 Lug 2019

Chevron down

Una tra le più grandi compagnie in ambito crypto, Blockchain.com, ha appena annunciato il proprio exchange, The PIT, che mira a contrastare la concorrenza basandosi, prima di tutto, sulla velocità.

Read this article in the English version here.

La piattaforma è in sviluppo da più di un anno, secondo le informazioni rilasciate da Blockchain.com. Diventerà un servizio complementare a quello dei wallet per criptovalute di cui già si occupa.

The PIT è stato progettato e realizzato in maniera del tutto segreta e l’azienda è stata capace di non far trapelare alcuna informazione, ma si dovrà scontrare con le più grandi realtà presenti al giorno d’oggi tra cui Binance e Coinbase, le piattaforme che guidano questo settore.

Blockchain e The PIT

Blockchain.com e il suo nuovo exchange The PIT puntano tutto sulla velocità, distinguendosi dalla massa sfruttando questa caratteristica e cercando di raggiungere i microsecondi come metro di misura, piuttosto che i millisecondi.

L’azienda sfrutterà sicuramente la grande mole di utenti che già utilizzano i wallet – attualmente 40 milioni – per accrescere i volumi, dirottando proprio questi scambi direttamente all’interno del nuovo exchange.

La velocità, al giorno d’oggi, conta sicuramente. Anche Bitstamp, uno dei più longevi exchange per criptovalute, ha da poco annunciato la volontà di aumentare la velocità sulla propria piattaforma, in collaborazione con l’azienda Cinnober.

Tuttavia, la velocità non è una priorità assoluta per la maggior parte degli investitori. Un dirigente ha fatto notare che:

“Non si tratta di una feature così importante in questo momento.”

The PIT, il nuovo exchange di Blockchain.com, sarà disponibile per gli utenti di oltre 200 Paesi, con inizialmente 26 coppie di trading tra cui bitcoin (BTC), ethereum (ETH), bitcoin cash (BCH), litecoin (LTC), tether (USDT) e paxos standard (PAX).

Sarà in grado di supportare prelievi, depositi, e trading da fiat a crypto direttamente in dollari USA, euro e sterline. Blockchain.com ha dichiarato che, per il nuovo exchange, prevede di aggiungere altre coppie di trading in futuro. Non si vuole focalizzare l’attenzione sugli Stati Uniti, ha detto Smith, dal momento che ci sono milioni di utenti al di fuori del Paese.

“Abbiamo, ad esempio, una base di clienti molto attiva in Venezuela e Ucraina”.

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.