BitMEX recupera terreno: oltre 60 milioni di dollari in 7 giorni
Regolamentazione

BitMEX recupera terreno: oltre 60 milioni di dollari in 7 giorni

By Stefano Cavalli - 8 Ago 2019

Chevron down

I flussi di cassa in uscita mostrano che BitMEX ha perso oltre mezzo miliardo di dollari nel solo mese di luglio, rendendo questo arco temporale il peggiore di sempre per il più grande exchange al mondo per volumi giornalieri. Con precisione, sono stati prelevati 524 milioni di dollari in poche settimane.

I problemi sono nati quando è giunta la notizia che la CTFC (Commodities and Futures Trading Commission) aveva iniziato un’indagine sul fatto che BitMEX avesse consentito illegalmente ai cittadini residenti negli USA di utilizzare la piattaforma.

BitMEX non ha la facoltà di poter registrare cittadini provenienti dagli Stati Uniti, come spiegato chiaramente all’interno delle sue policy. Dopo il 19 luglio, giornata in cui è uscita la notizia, Nouriel Roubini accusava BitMEX di effettuare attività illegali tra le quali riciclaggio di denaro ed elusione dei sistemi KYC/AML.

Tuttavia, sembra che i trader stiano ricominciando a guadagnare la loro fiducia nel più popolare exchange di bitcoin (BTC). Da inizio agosto, la piattaforma ha registrato un flusso di cassa in entrata superiore ai 60 milioni di dollari che indica agosto come un mese in crescita.

Nel 2018 BitMEX ha registrato un incremento del 100% su base annua e non ha mai segnato un mese con delle perdite maggiori ai 100 milioni di dollari, prima dello scorso luglio.

Il grafico presente su TokenAnalyst mostra come i flussi in ingresso stiano pian piano aumentando.

BitMEX exchange 60 milioni

Per operare negli USA servono dei permessi specifici che BitMEX non ha e che non rientrano nei suoi piani di sviluppo, almeno per il momento.

Anche Binance dovrà presto far sapere alla crypto community quali sono le sue intenzioni per quanto riguarda Binance Coin (BNB) e tutte le altre criptovalute presenti sulla piattaforma. I cittadini residenti negli USA non potranno fare trading direttamente su Binance.com, ma dovranno utilizzare Binance US, omonima piattaforma ma con diverse criptovalute e specifica per gli Stati Uniti.

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.