Brasile: registrato un atto di nascita su blockchain
Brasile: registrato un atto di nascita su blockchain
Blockchain

Brasile: registrato un atto di nascita su blockchain

By Marco Cavicchioli - 9 Set 2019

Chevron down

A Rio de Janeiro, in Brasile, è stato registrato un atto di nascita di un bambino su blockchain.

La notizia è stata resa pubblica qualche giorno fa dal sito di informazione locale Istoe Dinheiro, che rivela che Waldyr Mendonça Junior e Monique de Medeiros Gonçalves hanno registrato su blockchain l’atto di nascita del loro figlio Álvaro de Medeiros Mendonça, nato l’8 luglio scorso a Casa de Saude Sao Jose, Rio de Janeiro. 

L’iniziativa fa parte di un progetto di Growth Tech, in collaborazione con IBM e con l’ospedale in cui Álvaro è nato. 

Il padre Waldyr è un rappresentante commerciale, ed ha dichiarato che la nuova procedura di registrazione basata su blockchain è stata molto più veloce. 

“Mi ci sono voluti meno di cinque minuti per registrarmi”. 

In realtà, un’altra registrazione simile era avvenuta nel 2016, ad opera dell’economista Fernando Ulrich, che rivelò sul proprio blog di aver registrato la nascita di sua figlia Alice su blockchain. Ma quella procedura allora non era legalmente riconosciuta, quindi non era valida come certificazione della nascita. 

L’anno scorso un altro appassionato di blockchain brasiliano, Edson Neto, aveva registrato su blockchain la nascita della figlia Maria Julia, a Bahia, ma aveva dovuto utilizzare una partnership con un registro per convalidare il documento. 

Nel caso di pochi giorni fa di Rio de Janeiro invece la procedura è stata semplice ed immediata, perché la piattaforma con cui è avvenuta era già pronta. Infatti è stata utilizzata la Notar Ledger di Growth Tech, che consente di eseguire operazioni in un ambiente virtuale come se si fosse nell’ufficio di un notaio. 

Il capo tecnico blockchain di IBM Brasile, Carlos Rischioto, ha spiegato che la procedura di registrazione prevedeva tre fasi: la “dichiarazione di nascita dal vivo”, prodotta dall’ospedale stesso, la creazione di un’identità digitale del bambino sulla piattaforma, effettuata dal padre, e l’invio automatico al registro (partner dell’ospedale) che ha prodotto il certificato finale consegnato poi ai genitori del bimbo. 

Questa tecnologia è ancora in fase di test e Rischioto ha dichiarato che l’obiettivo è quello di “portare velocità, efficienza, trasparenza ed eliminare sempre più passaggi burocratici nei processi aziendali”. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.