Bitcoin Cash e il report sulla trasparenza di HonestCoin
Criptovalute

Bitcoin Cash e il report sulla trasparenza di HonestCoin

By Marco Cavicchioli - 18 Set 2019

Chevron down

Il team dell’exchange Cryptophyl ha condotto una due diligence sul progetto HonestCoin (USDH) ed ha pubblicato un report riguardo la sua trasparenza. 

USDH è una stablecoin basata su Bitcoin Cash (BCH), conforme alle normative ed ancorato 1:1 al valore del dollaro USA. L’obiettivo del progetto è quello di consentire l’utilizzo di questa stablecoin per i pagamenti e le rimesse di denaro nel mondo, in modo sicuro, efficiente ed a basso costo.

Cryptophyl è un exchange interamente dedicato alla tecnologia di Bitcoin Cash e dei progetti di token SLP ed effettua analisi e due diligence dei progetti prima di listarne i token. 

Secondo l’analisi HonestNode, ovvero la società dietro HonestCoin, si posizionerebbe come emittente di stablecoin commercialmente forte.

Il processo di due diligence di Cryptophyl è stato svolto in tre fasi:

  1. La raccolta delle informazioni dal team dei fondatori e dalla blockchain
  2. La verifica delle informazioni raccolte
  3. L’analisi vera e propria che porta al giudizio finale per decidere se listare o meno il token. 

Durante la prima fase sono state raccolte informazioni su HonestNode ed in particolare informazioni relative alla struttura legale della società ed al suo team, documentazione KYC sulle persone che ricoprono ruoli significativi nell’azienda, le copie dei contratti riguardanti i principali rapporti commerciali e l’analisi della blockchain. 

La società che emette e gestisce USDH è HonestNode Limited, con sede legale alle Isole Cayman, ma sede operativa a Pechino, in Cina. 

Il direttore e CEO è Shi Jian, che detiene anche il 100% della proprietà dell’azienda. 

Shi Jian ed il suo team hanno raccolto fondi con capitali di rischio e stipulato diversi accordi azionari con lo stesso team, i co-fondatori e gli investitori iniziali. 

La società ha ottenuto anche una registrazione FinCen negli USA. 

I principali rapporti commerciali dell’azienda sono con Prime Trust LLC, Cohen and Co e Koi Compliance. 

Prime Trust è il custode della riserva in dollari americani che supporta la stablecoin. 

Cohen and Co svolge l’attività relativa alla contabilità aziendale, mentre Koi Compliance fornisce le soluzioni Know Your Customer (KYC) e Anti Money Laundering (AML). 

Prime Trust è un istituto finanziario che fornisce soluzioni di infrastruttura finanziaria conformi alla BSA e regolati dalla legge dello stato del Nevada. 

Cohen and Co fornirà gli audit mensili per verificare che il numero di token USDH emessi sulla blockchain Bitcoin Cash sia uguale al numero di USD conservati da Prime Trust come riserva. Il primo audit verrà condotto entro la fine di ottobre. 

Cryptophyl ha anche chiesto a HonestNode maggiori dettagli su Prime Trust, ed il Chief Trust Officer dell’azienda, Scott Purcell, ha risposto fornendo questi dettagli:

“Prime Trust è il fiduciario delle attività per USDH, mantiene il 100% del denaro, assicurato da FDIC, esclusivamente a vantaggio dei possessori di token”. 

La conclusione dell’exchange è stata che il team di HonestCoin ha dimostrato di avere i requisiti per consentire a USDH di essere listato su Cryptophyl. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.