Il network di Bitcoin è lento. Un blocco minato in 119 minuti
Il network di Bitcoin è lento. Un blocco minato in 119 minuti
Bitcoin

Il network di Bitcoin è lento. Un blocco minato in 119 minuti

By Michele Porta - 1 Ott 2019

Chevron down

Il network di Bitcoin ha fatto registrare un tempo di mining molto lento: quasi due ore per la verifica di un singolo blocco. Un tempo di mining per singolo blocco così lento è capitato molto raramente nel passato di Bitcoin.

Bitcoin: un network lento. Cosa è successo?

Il blocco ad altezza 597.273 è stato una vera e propria odissea per i miner. Ci sono voluti ben 119 minuti per la verifica di questo blocco, nonostante l’hashrate record registrato in questi ultimi tempi.

Interessante notare come il blocco successivo,il numero 597.274, invece, sia stato verificato in 1 solo minuto.

Bitcoin è stato creato con l’intento di mantenere una difficoltà di mining tale per cui la verifica di un singolo blocco avvenga circa ogni 10 minuti. Finora si è sempre mantenuta entro il tempo prestabilito facendo registrare solamente piccole variazioni poco significative.

Il tempo di dieci minuti per blocco viene mantenuto grazie all’aggiustamento automatico della difficoltà di mining. Essa viene regolata ogni due settimane in base alla potenza in gioco nel network.

Alcuni miner tentano anche di ottimizzare il proprio lavoro affidandosi alla studio probabilistico.

Le possibili motivazioni della lentezza

La spiegazione dietro a questo tempo così lento potrebbero essere diverse, ma la più probabile rimane quella di una semplice anomalia statistica.

Alcuni ritengono ci sia stato un mancato raggiungimento del consenso nel network, mentre altri ritengono che ci possa essere stato un fork momentaneo. Quest’ultima ipotesi è stata scartata in quanto non ci sono prove che abbiano rilevato tale evento.

, attraverso un post su Twitter, ha fatto notare come un evento del genere è capitato solamente 10 volte nella storia decennale di Bitcoin. L’ultima volta che successe era datato maggio 2014, quindi oltre 5 anni fa.

L’anomalia registrata segue la notizia di qualche giorno fa dell’improvviso calo del 30% della potenza totale di hashing della rete Bitcoin.

Inoltre, secondo alcuni dati, la rete Bitcoin avrebbe perso circa 1400 nodi negli ultimi tre mesi.

Michele Porta
Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Entra nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali crypto sul mercato. Spera in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.