Sondaggio Binance Lite: il 23% non venderà bitcoin
Bitcoin

Sondaggio Binance Lite: il 23% non venderà bitcoin

By Emanuele Pagliari - 3 Ott 2019

Chevron down

Nelle scorse ore è stato lanciano un semplice sondaggio su Twitter sull’account Binance Lite, nel quale viene richiesto ai follower – in particolare ai bitcoiner – di indicare a quale prezzo hanno intenzione di vendere la maggior parte dei propri bitcoin.

Sono quattro le opzioni presenti nel sondaggio: la prima riporta la cifra di 50mila dollari, la seconda 250mila e la terza la fatidica soglia del milione di dollari prevista da John McAfee, secondo cui Bitcoin raggiungerà tale valore prima della fine del 2020.

La quarta risposta invece, riporta la dicitura never, dunque l’intenzione da parte dei bitcoiner di non vendere i propri BTC.

Al momento, in testa alla classifica vi è la soglia del milione di dollaro, con il 31% dei votanti che ha segnalato di voler vendere buona parte dei propri Bitcoin quando BTC raggiungerà tale soglia. Al secondo posto invece, spicca la risposta inerenti i 50mila dollari con il 25% dei voti, mentre quella relativa ai 250mila dollari si colloca in ultima posizione con il 21% dei voti.

Il 23% dei votanti dunque, ha risposto al sondaggio comunicando l’intenzione di non voler vendere i propri Bitcoin ad alcuna cifra.

I bitcoiner sono portati all’hodling nel lungo termine

Al momento il sondaggio conta una cerchia di partecipanti piuttosto ristretta, prossima alle 6500 persone. Un numero di votanti troppo piccolo per effettuare studi e valutazioni statistiche, ma che stupisce per l’elevata percentuale di bitcoiner che hanno intenzione di non vendere i propri BTC.

Stupisce anche il numero di coloro che credono fermamente alle previsioni di John McAfee, dato che la maggior parte dei votanti si è prefissata di vendere buona parte dei propri BTC proprio al raggiungimento della cifra di un milione di dollari per Bitcoin.

Nelle crypto community spesso si trovano due tipi di utenti: gli hodler ed i trader. Molti si chiedono quale delle due strategie porti più profitto nel lungo termine, considerando anche l’elevata ed imprevedibile volatilità dei mercati di criptovalute, che spesso mettono alla prova anche i trader più affermati.

Negli anni bitcoin ha dimostrato di essere un asset in grado di restituire interessanti ritorni economici anche con il semplice hodling. Proprio per questo motivo una buona parte dei bitcoiner votanti nel sondaggio non ha intenzione di vendere i propri BTC, considerando BTC come un vero e proprio bene di riserva.

Discorso diverso invece per le altre criptovalute, che più e più volte hanno toccato seguendo certe ciclicità massimi e minimi relativi, non consentendo il medesimo ritorno economico di bitcoin.

Emanuele Pagliari
Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La sua avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org e GizBlog.it. Emanuele è nel mondo delle criptovalute come miner dal 2013 ed ad oggi segue gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApp, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.