Coinbase riabilita il Faster Payments Service
Coinbase riabilita il Faster Payments Service
Criptovalute

Coinbase riabilita il Faster Payments Service

By Matteo Gatti - 4 Ott 2019

Chevron down

Coinbase, dopo la rottura con Barclays, è pronta a riabilitare i pagamenti veloci tramite il Faster Payments Service (FPS) per i residenti nel Regno Unito. Ciò consentirebbe ai clienti di eseguire depositi e prelievi istantanei. Il servizio, infatti, permette di accelerare notevolmente l’acquisto di monete digitali con sterline britanniche.

Coinbase insieme a ClearBank

Durante il mese di agosto l’exchange di criptovalute Coinbase ha annunciato la rottura dei rapporti con Barclays e una nuova partnership con ClearBank. La chiusura dei rapporti con Barclays è stato un brutto colpo per l’exchange perché ha portato a diversi disservizi e alla sospensione del FPS. L’impossibilità di usare il Faster Payments Service ha causato enormi rallentamenti nel processing di depositi e prelievi negli ultimi mesi.

ClearBank supporta quattro diversi schemi di pagamento, incluso il Faster Payments che consente transazioni istantanee per un massimale di 250.000£ a persona. A confermare a notizia riportata da Bloomberg è intervenuto Zeeshan Feroz, CEO di Coinbase UK. Feroz ha confermato che il servizio sarà presto riabilitato, consentendo depositi e prelievi in tempi rapidi, entro 60 secondi dalla richiesta.

“È un settore allo stato embrionale ancora non regolamentato […]. Comprendere il mondo delle criptovalute e capire come gestire il rischio richiede una quantità significativa di investimenti e risorse. Se guardiamo a lungo termine, il gap tra criptovalute e banche tradizionali sarà colmato.”

Barclays contro le criptovalute?

Il motivo della cessazione del rapporto con Barclays non è stato rivelato ma pare chiaro che sia stata Barclays a voler terminare la partnership con Coinbase che si è trovata spiazzata. Ci sono poi altri indizi che inducono a pensare che la banca sia sfavorevole alle criptovalute.

Durante l’evento Blockchain Live tenutosi lo scorso 25 settembre a Londra è intervenuto Anthony Macey, Direttore delle tecnologie emergenti per Barclays. Il suo intervento non è sembrato molto amichevole nei confronti di blockchain e crypto. Macey ha affermato che vengono usate soprattutto per transazioni illegali e che non tutti sono in grado di gestire il proprio denaro senza l’aiuto di un intermediario come una banca.

Matteo Gatti
Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Segue con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrive anche di Linux su LFFL.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.