Ripple: il prezzo recupera valore
Trading

Ripple: il prezzo recupera valore

By Federico Izzi - 15 Ott 2019

Chevron down

Mentre bitcoin rimane bloccato tra i 7.800 dollari e i 8.700 dollari, il prezzo di Ripple recupera punti ed è l’altcoin che si fa notare di più in questi ultimi giorni dando un netto segnale in controtendenza, così come la gemella Stellar (XLM).

La giornata odierna vede Ripple salire di poco oltre l’1%, mentre invece Stellar fa meglio con un guadagno del 3%.

Dai minimi annuali del 24 settembre, XLM guadagna terreno anche se con intensità inferiore rispetto a Ripple, con un recupero del 25%. Stellar si trova a fronteggiare la trendline ribassista passante in area 68 centesimi di dollaro. 

Il prezzo di Ripple da ieri si trova a fronteggiare la rottura dei 30 centesimi di dollaro, area più psicologica che tecnica, quest’ultima fissata a 28 centesimi di dollaro, ora diventato supporto di medio periodo. Il prezzo di Ripple ha recuperato il 40% rispetto ai minimi annuali toccati lo scorso 24 settembre.

Fonte: COIN360.com

La giornata di oggi vede un perfetto equilibrio al 50% tra positive e negative. Tra le big  emerge Binance Coin che sale oltre il 3,5%. Bitcoin ed Ethereum continuano a muoversi sui livelli di ieri senza dare particolari indicazioni di tendenza di breve periodo.

Tra le migliori della giornata continua a farsi notare 0x che, insieme a Basic Attention Token (BAT), sale di circa il 10%. Entrambe si presentano come le migliori della giornata insieme a Educare (ECT), in 42° posizione, con 137 milioni di dollari di capitalizzazione.

Con il rialzo degli ultimi 5 giorni, BAT ha rotto la trendline che evidenziava il trend ribassista dallo scorso aprile. Spinte oltre i 22 centesimi di dollaro nelle prossime ore darebbero un primo segnale di inversione del trend dal ribasso al rialzo nel breve periodo. 

Il market cap oscilla intorno ai 225 miliardi di dollari. Arretra la dominance di bitcoin che si porta al 66% di quota di mercato. Continua a erodere decimali Ripple che conquista il 5,6%, che non registrava dallo scorso giugno, mentre Ethereum cerca di consolidare la sua posizione, qualche frazione di decimale sotto il 9%, livelli toccati con la recente salita di inizio ottobre, e che ETH non registrava dallo scorso luglio 2019.

Grafico bitcoin by Tradingview

Prezzo Bitcoin (BTC)

Bitcoin continua ad oscillare nella fascia laterale che ormai non fornisce nessuna indicazione operativa utile. Continua perciò a rimanere importante la rottura al rialzo degli 8.700 dollari in caso di nuovi impulsi rialzisti. 

Al contrario è necessario non sfondare la quota dei 7.800 dollari, una base di supporto che tra fine settembre e inizio ottobre ha respinto gli attacchi degli Orsi. 

Grafico Ethereum by Tradingview

Prezzo Ethereum (ETH)

Ethereum si trova a fronteggiare la resistenza dinamica annuale iniziata da fine giugno e passante in queste ore poco sotto i 190 dollari. Una conferma sopra questi livelli attirerebbe probabilmente gli acquisti e il nuovo test dei 200 dollari, che continua a rimanere soglia tecnica e psicologica cruciale per l’eventuale prossima fase rialzista. 

Per ETH è necessario non tornare sotto la soglia dei 165 dollari nel breve e 155 dollari nel medio periodo. 

Grafico Ripple by Tradingview

Prezzo Ripple (XRP)

Il prezzo di Ripple recupera e tornata a testare i 30 centesimi, ma per XRP è necessario spingersi oltre il 32 centesimi nei prossimi giorni per mettersi alle spalle la tendenza ribassista che insieme a Stellar e Tron la fa risultare la peggiore delle big da inizio anno. 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.