Bitcoin in congestione torna sotto gli 8000 dollari
Trading

Bitcoin in congestione torna sotto gli 8000 dollari

By Federico Izzi - 18 Ott 2019

Chevron down

Nella giornata che apre le porte al weekend spicca bitcoin di nuovo sotto gli 8000 dollari. Proprio come venerdì scorso, anche oggi tornano a prevalere i segni rossi su oltre l’80% della top 100 delle criptovalute a maggiore capitalizzazione. 

Fonte: COIN360.com

Una percentuale che aumenta se osserviamo le big. Delle prime 20 solamente Bitcoin Satoshi Vision (BSV) è in territorio positivo mettendo a segno uno dei primi 5 migliori rialzi della giornata con un +2,5%. 

I due maggiori rialzi di oggi in netta controtendenza sono Solve (SOLVE) che scala la 96° posizione con poco più di 35 milioni di capitalizzazione e mette a segno un +32% di giornata. Segue a distanza Centrality (CENNZ) che sale di oltre il 16%. 

Dalla parte opposta 0x (ZRX) arretra del 6% così come anche Monero (XMR), che paga il pegno del forte balzo di ieri retrocedendo del 5%. Stessa intensità ribassista per Enjin Coin (ENJ) e Zilliqa (ZIL). 

Tra le prime tre Ethereum dà un segnale di nervosismo, tornando a sfiorare i 170 dollari. Anche bitcoin continua ad essere caratterizzato dai bassi volumi, una media di scambio giornaliera, decisamente sotto il livello già basso delle ultime due settimane. In queste ore bitcoin torna sotto gli 8000 dollari e arretra fino a 7.900 dollari, andando a sfiorare pericolosamente i minimi delle ultime tre settimane a 7.800 dollari. 

Grafico Ripple by Tradingview

Ripple oggi arretra, una retromarcia seguita ai forti rialzi dei giorni scorsi che rendono XRP su base settimanale tra le migliori delle big con un guadagno del 7%. Dai minimi toccati il 24 settembre, con il balzo confermato in questa settimana, Ripple recupera oltre il 40% del proprio valore.

Buona la performance settimanale di Binance Coin, che recupera tra il 7 e l’8%, ma BNB è ancora in un canale ribassista che proprio tre settimane fa ha visto scendere i prezzi a ridosso dei 14,33 centesimi di dollaro, i livelli più bassi dalla fine di marzo scorso. 

La capitalizzazione del mercato arretra di 3 miliardi di dollari andando a sfiorare i 216 miliardi, livelli più bassi dell’ultima settimana. Soffre anche con il ribasso delle ultime ore la dominance del bitcoin che torna nuovamente a sfiorare il 66%. Continua a scendere ulteriormente anche la dominance di Ethereum che si porta poco sopra l’8,6%, i livelli più bassi dalla fine di settembre. Ripple nonostante le difficoltà beneficia dell’ottima performance settimanale riuscendo a consolidare la sua quota di mercato poco sopra il 5,8%.

Grafico bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC) sotto gli 8000 dollari

Bitcoin rimane all’interno della fascia laterale che ormai caratterizza le sue oscillazioni dall’ultima settimana di settembre.

Il movimento di queste ore che ha riportato i prezzi di bitcoin sotto gli 8000 dollari, vede le quotazioni a ridosso della fascia inferiore della congestione. È necessario per bitcoin nel fine settimana non spingersi sotto i 7.750 dollari perché con i volumi che stanno caratterizzando questi ultimi weekend non si esclude che una eventuale rottura possa essere un’occasione d’oro per la speculazione verso il basso. 

Le resistenze si trovano distanti dai livelli che potrebbero portare vigore: serve un rialzo fino a 8.600 dollari, quota per ora molto lontana.

Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum torna a testare pericolosamente la trendline dinamica ribassista che sta sostenendo l’andamento positivo dai minimi di metà dicembre. È una fase molto delicata. I prezzi di ETH si trovano all’interno di un triangolo di lungo periodo che vede la base di supporto a 175 dollari, dove stanno oscillando ora i prezzi. Si abbassa sempre più il prezzo di carico al rialzo con valori a ridosso dei 185 dollari. 

Una fascia ristretta di 10 dollari dove si determinerà la tendenza per i prossimi giorni della settimana. 

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.