Aumento dei volumi crypto: bitcoin da record
Aumento dei volumi crypto: bitcoin da record
Trading

Aumento dei volumi crypto: bitcoin da record

By Federico Izzi - 28 Ott 2019

Chevron down

Quello che emerge da un weekend molto più che positivo è il deciso aumento dei volumi nel settore crypto e in particolare su bitcoin. Quanto accaduto tra venerdì e domenica ha cambiato il volto a una situazione che fino a venerdì mattina era completamente diversa. 

Il forte rialzo dell’intero settore è stato trainato dal bitcoin che ha messo a segno il più alto aumento per intensità dal 2011 con un +40% in poche ore. Un balzo che ha trascinato il resto del mercato crypto annullando il movimento ribassista delle ultime settimane e per alcune altcoin degli ultimi mesi. 

Nella giornata di sabato nonostante il prefestivo che vede i mercati tradizionali chiusi per il weekend, i volumi sul bitcoin hanno messo a segno il record assoluto di scambi con oltre 7,3 miliardi di dollari, che superano i 6,9 miliardi di dollari registrati alla fine di giugno, con oltre 791.000 bitcoin scambiati in una sola giornata. 

Anche la giornata di domenica registra degli scambi notevoli con oltre 585.000 bitcoin scambiati, quarto record della storia per bitcoin. Ciò non fa che evidenziare gli scambi in netto aumento nell’intero settore crypto, triplicati in sole 48 ore rispetto alla media delle ultime settimane.

Anche la giornata di oggi registra un deciso aumento con 121 miliardi di dollari, e un market cap che si spinge oltre i 250 miliardi di dollari, +25% dei livelli minimi registrati tra mercoledì e giovedì scorso. Ciò evidenzia che sta entrando nuova liquidità spinta dalle dichiarazioni del presidente cinese di giovedì scorso. Non solo sui mercati spot ma anche i volumi di scambio sulla piattaforma Bakkt hanno registrato scambi per oltre 10,3 milioni di dollari, che sono il record assoluto. In una sola giornata sono stati scambiati più bitcoin di tutto il mese precedente. Sono indizi che sostengono il settore.

Fonte: COIN360.com

La giornata evidenzia una prevalenza di segni positivi su oltre il 70% delle crypto, in un contesto particolare di inizio settimana dopo il weekend con i fiocchi, il migliore dal 2017.

I migliori rialzi tre tra le prime 100 sono progetti cinesi. La migliore della giornata è Bytom (BTM) che con +90% scala la classifica e si piazza in 40° posizione, seguita da Nebulas (NAS) che guadagna il 35% e sale tra le top 100, in terza posizione c’è Ontology (ONT) che segna un +32% di giornata.

Fa molto bene l’altro progetto cinese più noto di tutti che è Tron (TRX) che riconquista la 10° posizione e oggi guadagna il 20%, la migliore tra le big. Tron torna a rivedere area 0,023 dollari, livelli che aveva abbandonato ad inizio agosto.

Dalla parte opposta il peggior ribasso a doppia cifra spetta a Nexo (NEXO) che scende del 10%.

La dominance del bitcoin torna a salire oltre il 68%, livelli che BTC aveva abbandonato a metà settembre. Nonostante le buone ma modeste performance di Ethereum e Ripple, ETH scivola sotto la soglia dell’8%, mentre XRP a malapena riesce a difendere il 5,1% di quota di mercato dopo essersi spinta la scorsa settimana quasi al 6%.

Grafico bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Bitcoin in poche ore ha spazzato via i timori di un movimento ribassista, campanelli di allarme suonati tra mercoledì e giovedì con la rottura dei 7.800 dollari. Il movimento tra venerdì e sabato scorso ha spinto i prezzi a 10.400 dollari, valori abbandonati da metà settembre.

I prezzi ieri sono andati a testare i 9.100 dollari e con una nuova reazione degli acquisti che ha portato il prezzo a ridosso delle cinque cifre. Ora si sta stabilizzando in area 9.400-9.500 dollari.

Per BTC sarà necessario consolidare i prezzi a 9.500 dollari per attendersi una spinta oltre i 10.000 sostenuta da volumi e acquisti.

Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum ha beneficiato del forte movimento rialzista di sabato notte che ha visto le quotazioni andare a scontrarsi con la soglia tecnica e psicologica di medio e lungo periodo dei 200 dollari, dove i prezzi hanno avuto un ritracciamento che si è sviluppato fino a 175 dollari. In queste ultime ore ETH si trova nuovamente a fronteggiare la soglia dei 175 dollari, livello tecnico e cruciale da mantenere in caso di ritorno a 185 dollari. 

Per ETH è necessario non tornare sotto 165-160 dollari e consolidare la rottura della trendline ribassista che costringeva i prezzi ad una tendenza al ribasso dallo scorso giugno. Saranno proprio i 175-180 dollari, area di supporto di breve periodo, il livello da difendere per non rischiare di tornare a testare la soglia delicata dei 165 dollari.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.