Tencent: in Cina via al progetto per le fatture su blockchain
Tencent: in Cina via al progetto per le fatture su blockchain
Blockchain

Tencent: in Cina via al progetto per le fatture su blockchain

By Stefania Stimolo - 29 Ott 2019

Chevron down

Tencent Corp riceve l’approvazione anche dai regolatori fiscali della Cina per il suo progetto  dedicato al primo standard internazionale al mondo per le fatture basate su blockchain.

Secondo quanto riportato, che il nuovo progetto denominato General Framework of DLT-Based Invoices è guidato da Tencent insieme alla China Academy of Information and Communications Technology e l’ufficio delle imposte di Shenzhen.

Non solo Cina: il progetto di Tencent era già stato precedentemente supportato anche da altri paesi come Regno Unito, Svizzera, Svezia e Brasile, durante un incontro ITU-T sugli standard delle fatture elettroniche. 

Gli stessi paesi convergono sull’idea che le nuove fatture blockchain-based costituiranno una parte importante per l’infrastruttura della futura società economica digitale. 

A tal proposito, Li Ming, direttore del dipartimento di ricerca blockchain del China Electronics Standardization Institute, ha dichiarato:

“Il progetto mostra il coinvolgimento dell’industria cinese e dell’attività di mercato nell’applicazione tecnologica blockchain. La fatturazione elettronica è attualmente un campo appropriato per effettuare test e prove delle applicazioni blockchain, che potrebbero a loro volta promuovere lo sviluppo tecnologico”

Inoltre, sembra anche che già da quest’estate, esattamente il 10 agosto 2019, Tencent avesse dato lo start all’emissione di più di 6 milioni di fatture elettroniche su blockchain, mentre risultano registrate in Cina oltre 5300 aziende interessate al loro utilizzo. 

Blockchain: continua attrazione nel mercato cinese

Le recenti rivelazioni da parte del presidente della Cina, Xi Jinping, sulle attuali ambizioni del paese di voler diventare la nuova leader dello sviluppo blockchain, sembrano esser state prese alla lettera, tanto che in quest’ultima settimana si notano dei movimenti nel mercato. 

Infatti, sembra proprio che questo nuovo interesse sulla tecnologia della catena dei blocchi abbia smosso le acque tra gli investitori che vedono aumentare il valore delle azioni legate alle imprese blockchain.

Secondo quanto riportato, infatti, sembra che dozzine di società cinesi quotate sul mercato A-share hanno chiuso lunedì 28 ottobre con il limite giornaliero del 10%. 

Tra le tante ci sono Feitian Technologies Co che aveva dichiarato di aver rilasciato apparecchiature per l’archiviazione sicura di valute digitali basate su blockchain e Shunya International Martech Beijing, che aveva annunciato la propria specializzazione su blockchain per la catena di approvvigionamento, porti intelligenti e gestione della tracciabilità alimentare. 

Inoltre, dalle statistiche esposte dalla società cinese figlia di Tencent, WeChat, sembra che si stia verificando anche una vera e propria esplosione di interesse popolare sul tema bitcoin e blockchain:

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.