Bakkt lancia il servizio di custodia istituzionale
Bitcoin

Bakkt lancia il servizio di custodia istituzionale

By Marco Cavicchioli - 11 Nov 2019

Chevron down

Il COO di Bakkt, Adam White, ha annunciato il lancio di un nuovo servizio di custodia di bitcoin di livello enterprise creato appositamente per le istituzioni. 

Si tratta del servizio già esistente Bakkt Warehouse che ora è disponibile anche per le istituzioni. 

Infatti grazie all’autorizzazione ottenuta dal Dipartimento dei servizi finanziari di New York (NYDFS) ora potranno offrire questo servizio di custodia di BTC anche alle istituzioni, mentre prima serviva solo i clienti che scambiavano i contratti future offerti dalla società. 

Per poter offrire un servizio di questo tipo, e ricevere l’autorizzazione del NYDFS, non sono sufficienti garanzie a livello tecnico, ma è necessaria anche un’infrastruttura comprovata, solidi controlli operativi e una supervisione indipendente. 

Bakkt Warehouse impiega tutele fisiche, operative e di sicurezza informatica. Inoltre può contare sull’appoggio della società madre, la Intercontinental Exchange (ICE), che possiede e gestisce un’infrastruttura di mercato su cui fanno già affidamento grandi istituzioni finanziarie. 

Ad esempio le strutture operative sono protette sia da un sistema monitoraggio video sempre attivo che da guardie armate, ed il sistema è dotato di una polizza assicurativa da 125 milioni di dollari.

Inoltre tutte le operazioni di firma sono distribuite geograficamente e richiedono più entità in più posizioni per firmare completamente una transazione.

La supervisione indipendente viene effettuata da Bakkt Trust Company, ovvero una società fiduciaria a scopo limitato regolata dal NYDFS e con un consiglio di maggioranza indipendente, compresi i comitati di revisione contabile e gli esaminatori.

Secondo quanto dichiarato da White, avrebbero già scelto di utilizzare questo servizio Pantera Capital, Galaxy Digital e Tagomi. 

Questo genere di servizi di custodia sono necessari a livello istituzionale, dove non è possibile utilizzare semplicemente wallet con seed e chiavi private. 

Molte istituzioni finanziarie infatti non sono in grado di garantire una conservazione sicura degli asset digitali con elevati standard di sicurezza, e devono quindi per forza ricorrere ad intermediari in grado di offrire servizi di questo tipo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.