La truffa di Charles Leclerc e Bitcoin Revolution
Sicurezza

La truffa di Charles Leclerc e Bitcoin Revolution

By Marco Cavicchioli - 19 Nov 2019

Chevron down

Negli ultimi giorni sta circolando una pericolosa bufala che riguarda il pilota Charles Leclerc e la truffa Bitcoin Revolution. 

Si presenta come una notizia di Caffeina Magazine, ma è sufficiente controllare l’indirizzo del sito su cui è pubblicata per capire che in realtà non è affatto una notizia pubblicata da Caffeina Magazine.  Anzi, tutto quello che c’è scritto in quell’articolo è falso. 

L’articolo, infatti, sostiene che il celebre pilota Ferrari di Formula 1 Charles Leclerc avrebbe dichiarato in TV, all’interno del programma di La7 “L’aria che tira” condotto da Myrta Merlino, che sta guadagnando moltissimo grazie ad un’improbabile “scappatoia della ricchezza” che può far diventare chiunque ricco nel giro di soli tre o quattro mesi. 

Si tratterebbe di un programma di trading automatico di criptovalute chiamato Bitcoin Revolution, ma è tutto falso. 

Innanzitutto l’articolo non è stato pubblicato da Caffeina Magazine, ma da qualcuno che con Caffeina Magazine non c’entra nulla, su un altro sito di sua proprietà, simulando la grafica di Caffeina Magazine per spacciarlo come un loro articolo. Già questo dovrebbe essere sufficiente per capire che si tratta di una bufala piena solo di menzogne. 

Inoltre, Charles Leclerc non è mai andato a “L’aria che tira” a dire queste cose, tanto che non si trova alcuna conferma di ciò. 

Infine, nemmeno Bitcoin c’entra, perché in realtà il “programma di trading automatico di criptovalute” non esiste: è solo uno specchietto per le allodole per convincere gli sprovveduti a regalare di fatto del denaro agli impostori che promuovono queste truffe. 

Come funziona la truffa di Bitcoin Revolution

I malfattori chiedono un versamento da 225 €, ma in cambio non offrono nulla. Anzi, spesso ai malcapitati che credono in queste bufale mostrano dei numeri che aumentano sul loro sito web, per convincerli ad effettuare altri versamenti, in modo da spillare loro ancora più denaro. 

Il risultato è che il denaro inviato a loro non tornerà mai più indietro in alcuna forma, perché tutto ciò che affermano sono solo menzogne utili esclusivamente a convincere gli sprovveduti di fatto a regalare loro dei soldi. 

Purtroppo queste truffe funzionano, tanto che in passato hanno coinvolto, sempre a loro insaputa, decine di altri personaggi famosi, come ad esempio il portiere della Juventus Gigi Buffon, destinatario anche di un Tapiro d’Oro di Striscia la Notizia per essere stato coinvolto in queste vicende. 

 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.