Lituania, un report sulla valuta digitale di stato
Lituania, un report sulla valuta digitale di stato
Criptovalute

Lituania, un report sulla valuta digitale di stato

By Stefania Stimolo - 11 Dic 2019

Chevron down

Anche la Lituania si esprime su uno dei temi caldi che sta catturando sempre di più l’attenzione globale: la valuta digitale di Stato. Infatti, la Banca della Lituania ha pubblicato un suo report dove comunica la sua prospettiva e ambizione nei confronti della Central Bank Digital Currency o CBDC.

Il report intitolato CBDC– in a whirlpool of discussion, introduce la visione lituana sull’argomento del momento che sembra aver catturato l’attenzione anche dai responsabili politici, cercando di dare una propria definizione delle CBDC e della loro utilità.

Secondo quanto riportato, le CBDC sono definite come un mezzo per soddisfare l’esigenza dei cittadini globali, come strumento sicuro, affidabile ed economico per i pagamenti transfrontalieri. 

La banca lituana conferma che al momento non esiste una tecnologia perfetta per realizzare una CBDC con il potenziale di soluzione globale, ma anzi se considerata ancora a livello nazionale bisognerebbe prima di tutto risolvere le problematiche specifiche di ogni paese. 

Non solo, una realtà che traspare dal report nella mission lituana sembra essere quella di poter avanzare nel mondo del fintech e blockchain al passo con le altre potenze globali. 

Non è un caso che verso il termine del documento, appare una tabella che mostra un confronto con gli altri paesi intenti a emettere una propria CBDC. In questo contesto, la Lituania descrive il progetto della sua LBCoin come segue:

LBCoin è una moneta da collezione digitale basata su blockchain. Il progetto funge da parco giochi a rischio controllato per la banca centrale e i potenziali utenti al dettaglio. LBCoin è attualmente in produzione ed è atteso nella prima metà del 2020.

Il progetto è visto come test in vitro di molteplici aspetti rilevanti per la discussione del CBDC (Lietuvos bankas 2019b).

Ma proprio come nel caso della Banca di Francia che ha affermato di avere un proprio progetto pilota sull’utilizzo di una CBDC da testare in questo 2020, anche la Banca della Lituania, facendo parte del sistema europeo, non è in grado di emettere una CBDC ma al contempo lavora in modo proattivo per fare esperienza e pratica con LBCoin

La corsa alla crypto di stato sembra continuare scoprendo sempre nuovi partecipanti. Al momento, tra le grandi e popolose potenze troviamo la Cina che ha annunciato proprio di recente l’inizio della fase di test della DC/EP – Digital Currency / Electronic Payment – nelle città di Shenzhen e Suzhou. 

 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.