banner
Binance e come si è evoluta la community italiana
Binance e come si è evoluta la community italiana
Exchange

Binance e come si è evoluta la community italiana

By Lucia Quaglia - 16 Dic 2019

Chevron down

Guest post by Lucia Quaglia, community manager italiana di Binance

Oggi vorrei parlarvi della più grande community di crypto al momento conosciuta in Italia, ovvero Binance Italia.

Questa comunità si è sviluppata a partire da marzo 2018, quando contava 700 persone fino ad oggi, quando conta quasi 7000 membri tra Telegram e Facebook.

La domanda che ci poniamo e alla quale cercheremo di rispondere è la seguente: come è stata possibile questa crescita repentina ed esponenziale? Rappresenta anche la crescita del mondo delle crypto nel panorama italiano in generale o è un fenomeno a sé stante? 

Prima di tutto la gestione della community è fondamentale: nella comunità vengono postate notizie relative a Binance, i suoi prodotti, il suo ecosistema e viene fornito un supporto iniziale ai clienti che vengono poi invitati ad aprire un ticket di supporto per le questioni più urgenti sul sito ufficiale di Binance.

Il clima della community è disteso cordiale ma ci sono alcune regole su cui non si può trasgredire: parolacce, insulti, provocazioni, tematiche al di fuori di Binance sono proibite. 

D’altro canto la community viene tenuta attiva ed aggiornata con tutte le ultime novità che riguardano l’ecosistema di Binance, il blog tradotto e pubblicato in italiano e recentemente si sono svolte molte AMA (ask me anything – chiedimi quello che vuoi – ) un formato che permette alla comunità di conoscere direttamente dal CEO i nuovi token o progetti che partecipano al launchpad o al voto della comunità per essere poi listate su Binance.

Un’altro segreto del successo delle community italiana è il fatto di rappresentare la più grande piattaforma di scambio di crypto al mondo: con oltre 1,4 milioni di ordini al secondo elaborati, Binance è il più grande exchange per volumi di scambi e uno dei più veloci al mondo. La piattaforma si concentra sulla sicurezza, la robustezza e la velocità di esecuzione, attirando all stesso modo gli appassionati e gli operatori professionali. 

Il token di Binance e le sue funzioni

Binance ha la propria moneta nativa: BNB è stata lanciata in una Initial Coin Offering (o ICO) che si è svolta dal 26 giugno al 3 luglio 2017, 11 giorni prima dell’apertura al trading della piattaforma exchange Binance.

Il prezzo di emissione era fissato a 1 ETH per 2,700 BNB, o 1 BTC per 20,000 BNB – quindi è molto aumentato da allora.

È stata emessa come token ERC20, in circolazione sul network di Ethereum, con una fornitura totale di 200 milioni di monete. 100 milioni sono state messe a disposizione nella ICO. 100 milioni verranno distrutte nel burn che Binance fa ogni trimestre. 

Per ogni operazione effettuata su Binance si paga una commissione di trading usando gli asset che si stanno scambiando in quel momento oppure con BNB per ottenere uno sconto fino al 25%.

Nel corso del tempo poi i casi d’uso di BNB si sono ampliati.

Con BNB si ha la possibilità di pagare, viaggiare, comprare regali e tanto altro ancora. Per esempio, grazie a TravelbyBit, agenzia di viaggi che accetta pagamenti in criptovalute, si riesce a prenotare un intero viaggio in Australia.

Per parlare dei nuovi sviluppi di Binance, del suo ecosistema e dei casi d’uso il prossimo 18 dicembre si terrà un meetup gratuito. L’iscrizione gratuita ma obbligatoria va effettuata su EventBrite.

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.