OkEx: “Lanceremo OKChain, la nostra blockchain proprietaria”
OkEx: “Lanceremo OKChain, la nostra blockchain proprietaria”
Interviste

OkEx: “Lanceremo OKChain, la nostra blockchain proprietaria”

By Amelia Tomasicchio - 22 Dic 2019

Chevron down

Cryptonomist ha avuto la possibilità di intervistare Andy Cheung, responsabile delle operazioni di OKEx.

Che cosa pensi dell’industria crypto in generale?

Bitcoin e i mercati delle criptovalute continuano a sbloccare un mercato globale e aperto per i servizi finanziari in un periodo in cui molte nazioni stanno resistendo all’economia globale. Per questo motivo, non ci stupiremmo di vedere il prezzo di bitcoin aumentare nel 2020 e oltre. Bitcoin e altre valute digitali hanno cambiato il panorama finanziario e hanno cambiato il modo in cui consideriamo tutti gli asset. Il principio dell’open source delle criptovalute ha attirato l’attenzione delle istituzioni e ci aspettiamo che tutti i servizi finanziari vengano interrotti per sempre.

In che modo OkEx sta vivendo questa continua competizione con altri grandi player e qual è il vostro approccio nel cercare di innovare il più possibile?

Come exchange, supportiamo la crescita e l’evoluzione del mercato delle criptovalute. Abbiamo adattato il nostro business e continuiamo ad innovare per soddisfare le richieste del mercato. In termini di concorrenza, ci sforziamo di essere la migliore versione di OKEx che possiamo essere, servendo milioni di utenti in più di 200 paesi. Abbiamo costruito uno sportello unico per il trading di attività digitali da zero in poco più di due anni e continuiamo a dare la priorità alla fornitura di strumenti sicuri e facili da usare per i trader crypto di tutto il mondo.

Negli ultimi 2 anni tutti hanno notato che gli exchange globali si sono avvicinati al settore del crowdfunding che è esploso nel 2016 con le ICO e recentemente con le IEO. In che modo valutate i progetti blockchain per i vostri servizi IEO e quali sono i valori chiave che cercate di solito?

La nostra piattaforma IEO si chiama OKEx Jumpstart. Il nostro team ha il privilegio di portare sulla scena nuovi progetti crypto e siamo consapevoli di avere una forte responsabilità verso l’ecosistema per garantire che i progetti sulla nostra piattaforma IEO siano di alta qualità. 

Abbiamo combinato i modelli di valutazione utilizzati nei mercati del venture capital e delle criptovalute per valutare in modo completo i progetti in base a sette criteri principali: creatività, competenza operativa, competenza di marketing, progresso, attività della community, sostenibilità e scalabilità. Per entrare a far parte di OKEx Jumpstart, un progetto deve dimostrare non solo un forte sviluppo tecnologico, ma anche abilità nel marketing e nell’acquisizione di utenti.

Nell’industria crypto-to-crypto, sappiamo che il mercato deve concentrarsi sull’acquisizione di nuovi utenti e sull’adozione di massa, compresi i servizi fiat-to-crypto, come OKcoin. Quanto è importante questa business unit per OKEx in questo momento e cosa vi aspettate nel breve, medio e lungo termine?

Ci sono diverse strategie che possono essere utilizzate per promuovere l’adozione della blockchain. Miriamo anche agli investitori istituzionali e retail attraverso l’offerta di sofisticate funzionalità di trading, tra cui opzioni e futures. Inoltre, riusciamo a raggiungere nuove basi di utenti a livello globale grazie ai nostri “CrypTours“. 

Recentemente, abbiamo ospitato questi eventi in Africa, Ucraina e molte altre località. Questi incontri sono un ottimo modo per riunire i leader le community dello spazio crypto per dimostrare come OKEx possa soddisfare le loro esigenze. Mentre ci prepariamo a lanciare OKChain e OKDex, questo ci aiuterà a raggiungere un’ulteriore adozione con soluzioni orientate alle cosiddette persone “unbanked” e agli investitori che preferiscono fare trading su piattaforme decentralizzate.

In conclusione, avete qualche obiettivo ideale o case history che vorreste vedere dal vivo e implementato nel settore blockchain globale come dimostrazione reale che la decentralizzazione potrebbe avere un reale impatto sociale?

La tecnologia Blockchain ha il potere di rimuovere gli intermediari e fornire libertà economica alle persone in tutto il mondo. L’inclusione finanziaria è l’obiettivo finale della tecnologia blockchain da una prospettiva di impatto sociale, e la nostra industria sta facendo passi avanti in questa direzione. Presto lanceremo OKChain, la nostra blockchain proprietaria, e parte dello scopo di questo progetto è quello di aiutare le popolazioni unbanked ad accedere ai servizi finanziari.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.