Eidoo Card Teal
Eidoo Card Purple
Eidoo Card Black

Introduce your digital currencies to the real world.
Experience DeFi on demand with the Eidoo Card

Pre-order yours and enjoy exclusive rewards,
including up to 10% crypto cashback.

La tecnologia di riconoscimento facciale nel settore crypto
La tecnologia di riconoscimento facciale nel settore crypto
Sicurezza

La tecnologia di riconoscimento facciale nel settore crypto

By Gabriel Luke - 29 Dic 2019

Chevron down

Le criptovalute sono una tecnologia rivoluzionaria che ha registrato un notevole incremento nel recente passato. Tuttavia per mitigarne i rischi si sta rendendo sempre più necessario l’utilizzo del riconoscimento facciale. 

Le crypto hanno raggiunto la fama mondiale tra gli investitori e i consumatori nel giro di un decennio dalla propria nascita. Nel 2009 è stato creato “Bitcoin” – la prima criptovaluta che ora ha una capitalizzazione di mercato di 64 miliardi di dollari (Gennaio 2019). 

Le criptovalute sono uno degli sviluppi più efficaci nel campo della Fintech (tecnologia finanziaria). Hanno aiutato molte persone nei trasferimenti di fondi in modo sicuro, ma hanno anche permesso a molte attività criminali come il finanziamento del terrorismo e il riciclaggio di denaro sporco.

Questa tecnologia viene sfruttata da entità criminali nell’esecuzione di crimini finanziari pianificati. 

Le caratteristiche delle criptovalute

Le criptovalute sono valute digitali decentralizzate, il che significa che non sono controllate da alcuna autorità di regolamentazione. Questo rende i trasferimenti crypto facili e veloci per le persone. A causa della mancanza di obblighi normativi, le criptovalute spesso non adottano misure di sicurezza approfondite sui piccoli trasferimenti di fondi e su servizi analoghi. 

I commercianti che vivono in paesi ad alto rischio le utilizzano per condurre affari con altri paesi. Il trasferimento di fiat richiede un processo impegnativo e spesso le banche non forniscono servizi ai clienti provenienti da paesi ad alto rischio finché non vengono coinvolti intermediari che garantiscano il pagamento da parte di tali clienti. 

Riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo

Bitcoin.com News ha rivelato che nei primi due mesi del 2018 sono stati rubati 3,6 miliardi di dollari in criptovalute. I trasferimenti crypto sono stati attentamente monitorati, ma ci sono stati episodi verificatisi di recente, in cui sono emersi enormi scandali di riciclaggio di denaro legati alle criptovalute. La scia dei trasferimenti crypto diventa contaminata una volta che coinvolge più Paesi con infrastrutture di regolamentazione molto diverse tra loro.

Ad esempio, 12 persone provenienti dalla Russia avrebbero utilizzato le criptovalute (Bitcoin) per riciclare denaro verso gli Stati Uniti in seguito al loro coinvolgimento nelle elezioni presidenziali del 2016. Questi individui hanno acquistato domini e infrastrutture informatiche per trasferire fondi agli Stati Uniti in modo tale che le autorità di regolamentazione finanziaria non potessero risalire a loro. 

Uso di identità false

Le identità false sono utilizzate per i crimini finanziari commessi su piattaforme crypto. I criminali usano identità rubate o false per rimanere anonimi durante lo svolgimento di attività illecite e le piattaforme crypto non sono in grado di rintracciarli.  

Altri reati commessi su tali piattaforme riguardano le frodi con carta di credito, le frodi con l’acquisizione di un conto, ecc. 

Come ridurre queste frodi? 

Le criptovalute stanno prosperando nell’era digitale e la prevenzione proattiva delle frodi è inevitabile. Chi opera con le criptovalute deve effettuare la verifica dell’identità dei propri clienti per mitigare il rischio. Ciò garantisce la trasparenza nel trasferimento dei fondi e una maggiore crescita grazie alla presenza di clienti legittimi. 

D’altra parte, la due diligence della clientela è anche l’obbligo normativo delle aziende crypto. Le autorità di regolamentazione come il FATF (Financial Action Task Force), FINTRAC, FinCEN e l’autorità di regolamentazione dell’UE richiedono alle imprese crypto di effettuare la verifica dell’identità dei loro clienti prima di farli accedere al servizio. 

È quindi chiaro che la due diligence della clientela è fondamentale per ridurre i crimini pianificati sulle piattaforme crypto. E quale modo migliore per gestire questo crimine se non con una tecnologia altrettanto capace, come il riconoscimento facciale. 

Come funziona il riconoscimento facciale?

La tecnologia di riconoscimento facciale utilizza l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico per la verifica dei clienti in tempo reale. La tecnologia di riconoscimento facciale rileva il volto e raccoglie le caratteristiche facciali uniche della persona per generare un algoritmo in grado di cercare corrispondenze all’interno dei database. 

Inoltre, utilizza la tecnologia di rilevamento della liveness e la tecnologia di percezione della profondità 3D per identificare gli attacchi di spoofing, come le fotografie cartacee e le immagini photoshoppate. 

L’utilizzo di questa tecnologia aiuterà le aziende crypto ad effettuare una verifica rapida e in tempo reale. Consente di verificare i clienti in tempo reale e fornisce risultati di alta qualità in pochi secondi. Riduce i falsi positivi e aiuta le piattaforme crypto a garantire l’onboarding sicuro della clientela. 

In sintesi, si prevede che le aziende crypto vedranno un’enorme crescita nei prossimi anni, il che indurrà i truffatori a utilizzare tali tecnologie per commettere i crimini pianificati. Le piattaforme crypto devono riconoscere questa minaccia e adottare misure proattive per mitigare i tentativi di frode. 

Il riconoscimento facciale potrebbe rivelarsi la tecnologia più adatta a questo scopo in quanto è conveniente, semplice da usare e fornisce risultati altamente accurati in tempo reale. In altre parole, la tecnologia è la soluzione per mitigare le frodi in evoluzione nel 2020.

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.