Contrazione nei volumi delle criptovalute per il capodanno cinese
Contrazione nei volumi delle criptovalute per il capodanno cinese
Trading

Contrazione nei volumi delle criptovalute per il capodanno cinese

By Federico Izzi - 24 Gen 2020

Chevron down

Il capodanno cinese, che avverrà domani, 25 gennaio, è un periodo di festa che vede statisticamente una contrazione dei volumi per il settore delle criptovalute. 

Infatti, nonostante i divieti il mercato cinese rimane uno dei maggiori Paesi di forte attrattiva per gli scambi delle criptovalute. La contrazione in realtà è già avvenuta se osserviamo come gli scambi su base giornaliera siano poco sopra i 75 miliardi di dollari, ben distanti dai circa 150 miliardi di dollari scambiati appunto durante la fase rialzista di una settimana fa. 

Non bisogna trascurare neppure la questione del Coronavirus. Insomma, il mix di notizie che arrivano dalla Cina potrebbe allontanare gli scambi dal paese asiatico, in cui i cinesi aggirano i divieti di trading appoggiandosi ad exchange della Corea del Sud o del Giappone. 

I dati di questi giorni stanno portando a un ritracciamento da parte dei prezzi che al momento non preoccupa. Se analizziamo i movimenti che si sono sviluppati dal 2-3 gennaio fino ai top della scorsa settimana, si può vedere circa il 30% del ritracciamento di Fibonacci. Questo non implica una correzione preoccupante, però bisogna fare attenzione che ciò non avvenga con un allungo che vedrebbe i prezzi spingersi poi ai livelli di allarme. 

Bitcoin resta il mercato di riferimento nelle fasi positive e negative, confermandosi la crypto regina della direzione di tutto il settore. Dunque occhi puntati sul Bitcoin che in queste ore è al test del supporto degli 8.300 dollari.

coin360 20200124
Fonte: COIN360.com

Ci si avvia dunque a concludere la prima settimana ribassista del 2020 dopo due settimane di forti rialzi con una intensità che non si registravano da ottobre scorso. 

A livello generale, oggi continua a prevalere il segno rosso. Oltre l’80% delle prime 100 crypto sono in territorio negativo. Per trovare gli unici segni positivi tra le prime 50 bisogna scendere a metà classifica. Sale Leo Token (LEO) dell’1% e Cosmos (ATOM) è intorno alla parità. 

I rialzi in evidenza sono il 52° posizione di Lisk (LSK) che sale sopra il 7%, e Nervos Network (CKB) che vola di oltre il 13%. Nervos Network nonostante la forte scalata delle posizioni è un token recente nato lo scorso autunno che racchiuderebbe un ecosistema di blockchain open source. Nervos sale di posizione fino al 53° posto con oltre 90 milioni di dollari di capitalizzazione.

BSV 20200124

Bitcoin Satoshi Vision (BSV) dopo la forte volatilità al rialzo della scorsa settimana oggi perde terreno con un ribasso di quasi il 10%. Dopo i forti allunghi della scorsa settimana, BSV rimane nell’onda speculativa con movimenti a doppia cifra sia al rialzo che al ribasso.

Il saldo settimanale per la maggior parte delle criptovalute, tranne poche eccezioni come Stellar (XLM) e Tezos (XTZ) sopra la parità, torna a colorarsi di rosso. Le prime tre perdono con la stessa intensità ribassista, -7% dai livelli di venerdì scorso. 

Il market cap dopo il forte balzo della scorsa settimana che è andato a sfiorare i 250 miliardi di capitalizzazione si trova oggi sotto i 230 miliardi, evidenziando come quest’ultima settimana si avvia a concludersi negativamente dopo due forti settimane rialziste. 

Bitcoin rimane aggrappato al 66% di dominance. Invariate le quote di mercato di Ethereum (7,5%) e Ripple (4,2%).

BTC 20200124
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC): contrazione dei volumi

Bitcoin è ancora all’interno di una fase ribassista di breve periodo su base settimanale, alla ricerca di un supporto per mettere fine a questo ritracciamento oramai in corso dopo i top registrati nella notte di domenica scorsa. 

Una settimana negativa per Bitcoin ma nulla di preoccupante se i prezzi non dovessero spingersi sotto gli 8.000 dollari. Rimane questa fascia di cuscinetto tra 8.000-8.300 dollari dove si potranno muovere i prezzi nel fine settimana anche se non si prevedono particolari oscillazioni perché a cavallo del capodanno cinese, come detto, solitamente i volumi si contraggono. 

Per quanto riguarda il ritorno della positività per BTC è necessario riportarsi a 8.800 dollari per andare all’attacco dei 9.100-9.300 dollari, che coincide con la trendline dinamica ribassista.

ETH 20200124
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum prova a puntellare una base di supporto con spazi di rallentamento sino ad area 155 dollari. 

Solo un affondo sotto questo livello farebbe scattare un campanello di allarme che poi inizierebbe a preoccupare con allunghi sotto i 150 dollari. 

XRP 20200124
Grafico XRP by Tradingview

Ripple (XRP)

Ripple continua ad evidenziare una maggiore debolezza rispetto al resto del settore. I prezzi dopo aver allungato a 25 centesimi la scorsa settimana si trovano ora alla ricerca di un supporto sopra i 20 centesimi di dollaro

Ripple, che rimane ancora svantaggiata rispetto al resto del settore, vedrebbe un primo segnale positivo con un ritorno ai massimi della scorsa settimana a 25 centesimi. Al contrario un ribasso sotto i 19 centesimi porterebbe una nuova speculazione al ribasso per il terzo token per capitalizzazione. 

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.