Eidoo Card Teal
Eidoo Card Purple
Eidoo Card Black

Introduce your digital currencies to the real world.
Experience DeFi on demand with the Eidoo Card

Pre-order yours and enjoy exclusive rewards,
including up to 10% crypto cashback.

Peter Schiff di nuovo contro Bitcoin su Twitter
Peter Schiff di nuovo contro Bitcoin su Twitter
Bitcoin

Peter Schiff di nuovo contro Bitcoin su Twitter

By Marco Cavicchioli - 20 Feb 2020

Chevron down

Peter Schiff si è nuovamente scagliato contro contro Bitcoin con alcuni post sul suo profilo Twitter. 

Questa volta addirittura lo definisce “bug“, sebbene non spieghi per quale motivo dovrebbe essere considerato tale, e definisce “fake news” l’ipotesi di una crescita del prezzo in vista dell’halving

Innanzitutto ieri, prima del calo del prezzo di questa notte, ha definito un errore gli investimenti in bitcoin, dicendo: 

“Sicuramente una piccola parte di giovani che non hanno investimenti o esperienza di vita reale è stata conquistata dallo schema. Non è certo una sorpresa. Spero che impareranno da questo errore e avranno ancora molti anni per recuperare ciò che perdono”. 

Schiff però si dimentica di dire anche che attualmente non sono gli investitori retail a fare la differenza, ma soprattutto gli istituzionali

Anzi, tra coloro che in passato hanno investito in BTC quando valeva molto meno di ora ci sono stati molti giovani con poco capitale e poca esperienza, che non solo non ci hanno perso ma in alcuni casi sono addirittura diventati milionari. 

In seguito ha ribadito, ancora via Twitter: 

“Le notizie false diffuse dai pumper di Bitcoin sono fantastiche. Ho riconosciuto l’aumento passato del prezzo di Bitcoin semplicemente per sottolineare che tali guadagni non hanno dimostrato i miei commenti precedenti sui difetti di Bitcoin come denaro non valido. Uno schema piramidale non ha posto in un portafoglio di investimenti”. 

Nella notte il prezzo di BTC è sceso del 4,6% circa, un po’ poco per immaginare che si tratti dell’esplosione di una bolla, o del crollo di uno schema piramidale. 

A bitcoin in passato cali del genere sono già capitati moltissime volte, e solamente chi conosce poco questo mercato può stupirsene. 

Infine ha scritto: 

“I Bitcoin bacati sono stati acquistati in previsione dell’halving del 12 maggio. È ampiamente previsto che a seguito dell’halving il prezzo del Bitcoin aumenterà. Ma se, quando arriva l’halving, quelli che vogliono guadagnare hanno già acquistato, l’halving stesso si tradurrà in vendite”. 

Quest’ultimo tweet in realtà evidenzia un’ipotesi plausibile: dopo l’halving del 12 maggio, o appena prima, è possibile che chi ha acquistato nella speranza che il prezzo aumentasse in vista dello stesso halving probabilmente venderà per monetizzare, e questo potrebbe fare scendere il prezzo. 

D’altronde qualcosa di simile è già capitato nelle due volte in cui è avvenuto un halving di BTC in passato, ma in entrambi i casi il calo non risultò essere un crollo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.