banner
Pompliano: il prezzo di bitcoin è in crescita
Pompliano: il prezzo di bitcoin è in crescita
Bitcoin

Pompliano: il prezzo di bitcoin è in crescita

By Marco Cavicchioli - 11 Mar 2020

Chevron down

Anthony Pompliano è tornato ad esprimersi riguardo al prezzo di bitcoin

In particolare, ha risposto a chi accusa bitcoin di non essere un buon investimento perché in questi giorni il suo prezzo sta calando

In un primo post se la prende con Peter Schiff, noto denigratore di bitcoin e sostenitore dell’oro, secondo cui BTC è correlato ad asset rischiosi come le azioni e inversamente correlato ad asset sicuri come l’oro. 

Schiff sostiene esplicitamente che quando il prezzo degli asset di rischio diminuisce, allora quello di bitcoin scende ancora di più, ma quando il prezzo degli asset di rischio aumenta il prezzo di bitcoin aumenta di meno. 

Pompliano risponde quindi così:

“Immagina che Bitcoin abbia sovraperformato l’oro del 20% quest’anno durante tutta questa follia nei mercati e stai ancora sostenendo che le lucenti rocce di dinosauro sono la migliore copertura per il caos”. 

In un altro tweet invece scrive: 

“L’S&P 500 è sceso di oltre il 10% nel 2020. Bitcoin è aumentato di oltre il 10% nel 2020. Scommetto che il tuo consulente finanziario ti sta ancora dicendo quanto sono sicure le azioni e quanto rischioso sia il Bitcoin. Mostra loro i dati e chiedi perché non dovresti licenziarli!”

In effetti, confrontando gli andamenti dei prezzi degli ultimi mesi, non sembra che il trend di bitcoin stia seguendo quello dell’oro o delle azioni. 

Ad esempio, da agosto a dicembre 2019 il prezzo di BTC è sceso, mentre quello dell’oro è rimasto sostanzialmente invariato. 

Nel primo mese e mezzo del 2020 entrambi i prezzi sono aumentati, con BTC che ha guadagnato in percentuale molto più dell’oro, ma da metà febbraio il prezzo di BTC è risceso, mentre quello dell’oro mediamente ha continuato a salire, seppur di poco. 

Confrontando invece il trend del prezzo di BTC con quello dell’indice S&P500 nello stesso periodo, si nota che l’indice delle 500 aziende statunitensi con maggiore capitalizzazione è salito più o meno costantemente da agosto 2019 fino a metà febbraio 2020 per poi letteralmente crollare ad un valore pari a quello di giugno 2019. 

Nel medesimo periodo il prezzo di BTC prima è sceso fortemente, poi è risalito in modo deciso e poi è sceso. 

Ovvero, sembra serva fondamentalmente un forte senso dell’immaginazione per scorgere in questi movimenti così differenti un qualche tipo di correlazione. 

Certo, se si isola un qualche breve periodo, è possibile che vi siano movimenti simili, ma questo potrebbe anche essere dovuto al caso, o al fatto che alcuni specifici eventi siano in grado di condizionare i prezzi anche di asset non correlati tra di loro. Ma sostenere alla luce di questi dati che bitcoin sia correlato con il mercato azionario, ed inversamente correlato all’oro, sembra più uno sforzo di fantasia che non un’analisi razionale della realtà.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.