My Crypto Heroes e il mondo dei videogiochi su blockchain
My Crypto Heroes e il mondo dei videogiochi su blockchain
Blockchain

My Crypto Heroes e il mondo dei videogiochi su blockchain

By Alfredo de Candia - 14 Mar 2020

Chevron down

I giochi su blockchain si stanno sviluppando sempre più: My Crypto Heroes, Sorare e Land sono solo gli ultimi esempi.

Il settore del gaming sta vivendo un periodo di rivoluzione non indifferente anche grazie alla blockchain, agli NFT e alle dApp (applicazioni decentralizzate).

Uno dei vantaggi che offre la blockchain in questo settore è la possibilità di registrare le informazioni in maniera univoca e non modificabile e far vendere e comprare gli asset del videogioco in semplicità.

Tra i vari giochi che si possono trovare su blockchain, quelli di carte e quelli a stampo RPG (Role Playing Game) sono i più comuni. 

Come funziona My Crypto Heroes

Citiamo ad esempio My Crypto Heroes come uno dei giochi che forse sta avendo più successo nell’ultimo periodo.

Nel gioco possiamo creare una squadra da mandare in missione. Con le vittorie aumenta il livello del personaggio e delle armi ed equipaggiamenti che esso può comprare nello store dedicato su OpenSea (oltre 51mila oggetti). Il giocatore può iniziare a ricavare e guadagnare praticamente giocando.

Questo è reso possibile grazie all’implementazione della blockchain – in questo caso di Ethereum – poiché gli oggetti possono essere monetizzati e scambiati facilmente.

Non a caso anche Maker DAO ha di recente affermato di voler entrare nel mondo videoludico fornendo una soluzione con la sua stablecoin DAI.

Inoltre, solo un paio di mesi fa, la EA (Electronic Arts) con il gioco Apex Legends ha introdotto un nuovo personaggio dal nome Crypto, forse un tentativo di marketing nei confronti di coloro che conoscono questo mondo.

La gamification è sicuramente inevitabile, soprattutto per i grossi colossi che stanno cercando in ogni modo di rimanere a galla proprio in questo mercato dal grande potenziale ma in rapida evoluzione.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.