Aumenta la correlazione tra Bitcoin ed oro
Aumenta la correlazione tra Bitcoin ed oro
Trading

Aumenta la correlazione tra Bitcoin ed oro

By Federico Izzi - 30 Mar 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Aumenta la correlazione tra Bitcoin ed oro. Dopo i minimi registrati a metà di marzo, tra il 13 e 16 marzo, tornano ad avere entrambe un trend speculare. Anche se l’intensità dell’oro in questo momento risulta essere migliore, tanto che permette all’oro, con il balzo di questi ultimi 10 giorni, di tornare ad avere un saldo positivo dall’inizio dell’anno con un guadagno di oltre il 6%. 

Al contrario Bitcoin, pur avendo recuperato decisamente molto terreno dai ribassi di metà di marzo, con un pullback tra il 60 e il 70% di recupero valore, da inizio anno segna un saldo negativo con una perdita di circa i 12%. 

coin360 20200330
Fonte: COIN360.com

In generale, oggi la settimana inizia colorata di verde. 8 su 10 sono le criptovalute sopra la parità con rialzi che non riescono ad estendersi oltre la doppia cifra, ma che comunque danno un segnale di una voglia di inversione dopo che il weekend è trascorso con una particolare debolezza che ha riportato la maggior parte delle crypto a testare i supporti di breve periodo.

Il movimento che si sta sviluppando in queste prime ore di lunedì riporta esattamente i valori a dove li avevamo lasciati venerdì scorso

C’è da registrare che, dopo 21 giorni, la striscia più lunga da dicembre 2017, quando il valore era ben superiore a quello attuale con importanti movimenti al rialzo, Bitcoin ha scambiato in controvalore poco meno di 1 miliardo di dollari. Gli scambi comunque rimangono ben sopra la media dell’ultimo trimestre. 

La settimana che ci siamo lasciati alle spalle è stata la terza consecutiva con tendenza rialzista per Bitcoin, la seconda per Ethereum. 

XTZ 20200330

Tra le big oggi spicca particolarmente il rialzo di Tezos (XTZ), la migliore delle prime 20, seguita da Crypto.com Coin (CRO) che con un balzo di oltre il 7% scavalca la capitalizzazione di Dash (DASH) e si porta in 19° posizione. 

Tezos con un balzo del 2,5% su base giornaliera prova a recuperare il terreno perso nelle scorse settimana consolidando la 10° posizione, tallonata dal token di Leo (LEO) che in questi ultimi giorni ha recuperato la soglia di parità con il dollaro. 

XMR 20200330

In 12° posizione Monero (XMR) con un rialzo di poco inferiore al 2% segna un trend tra i più chiari di una possibile inversione in un’ottica di medio periodo. Infatti dopo aver toccato i minimi in concomitanza con tutto il resto del settore il 13 di marzo, il trend di Monero sta segnando minimi e massimi superiori, tanto che il rialzo che ha accompagnato i top di breve periodo di venerdì con prezzi tornati nuovamente sopra i 51 dollari, è uno dei trend meglio impostati tra le big con minimi e massimi superiori. 

La capitalizzazione rimane ai livelli dei giorni scorsi, a 175 miliardi di dollari, come la dominance del Bitcoin a 65,5%, livelli di venerdì scorso. Anche Ethereum vede la dominance invariata, all’8,3%, mentre recupera XRP che grazie al balzo del prezzo nel weekend si riprende il 4,3% di quota di mercato, livello di dominance più alto dalla metà di febbraio. 

Tra le altcoin, proprio Ripple insieme a Monero segnano il miglior rialzo su base settimanale, con un guadagno di oltre il 15%.

BTC 20200330
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Bitcoin conferma di essere a ridosso della chiusura del ciclo bisettimanale iniziato dal doppio minimo tra il 13 e 16 marzo. Il movimento al ribasso che ha caratterizzato il weekend rientra in un contesto di ritracciamento in linea con la chiusura del ciclo a due settimane. Nelle prossime ore sarà importante validare i minimi registrati ieri, domenica, dove i prezzi hanno visto un tuffo sotto la soglia psicologica dei 6.000 dollari, recuperata nelle ore successive. Un minimo che corrisponde a un livello di supporto di una decina di dollari superiore ai minimi registrati esattamente il precedente weekend. Caratteristica che evidenzia come attualmente i minimi relativi di periodo sono stati registrati entrambe le volte nel fine settimana. 

Per Bitcoin è necessario recuperare al più presto i 6.600 dollari per tornare a dare un primo segnale rialzista. Una rottura sopra questo livello spingerebbe con molta probabilità i prezzi a segnare un nuovo massimo di breve e medio periodo.

ETH 20200330
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum conferma la tenuta dei 125 dollari, oscilla a 130 dollari. Ma, a differenza del Bitcoin, sta avendo una tendenza rialzista caratterizzata da bassi volumi di acquisto e con una volatilità decisamente congestionata, e prezzi che si muovono da lunedì scorso in un range molto ristretto. 

Anche pr Ethereum è tecnicamente a ridosso di una chiusura del ciclo bisettimanale. Sarà molto importante per ETH recuperare al più presto i 140 dollari e spingersi accompagnato dei volumi sopra i 145 e poi i 155 dollari. 

Un ribasso sotto i 120 dollari continuerebbe a dare ad Ethereum un segnale ribassista.

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.