Rilevata una transazione di penalità su Lightning Network
Rilevata una transazione di penalità su Lightning Network
Bitcoin

Rilevata una transazione di penalità su Lightning Network

By Marco Cavicchioli - 30 Mar 2020

Chevron down

Bitmex Research ha reso noto via Twitter che è stata rilevata una transazione di penalità su Lightning Network. 

“ForkMonitor ha rilevato una transazione di penalità Lightning. Questa transazione Bitcoin di poche ore fa è stata una transazione di penalità di Lightning Network che ha spazzato via 300 $? È giustizia o è solo un errore?”. 

Si riferisce ad una transazione, registrata sulla blockchain pubblica di Bitcoin, relativa alla chiusura di un canale LN. 

Esistono infatti quattro differenti tipologie di transazioni di chiusura dei canali LN: collaborative, forzate, fraudolente e di penalità. 

Queste ultime avvengono quando un nodo maligno viene punito per aver tentato una chiusura forzata fraudolenta

Con la transazione di penalità una parte dei fondi del nodo maligno viene trasferita al canale del nodo che si stava tentando di frodare. In questo caso specifico, il trasferimento è stato di 0,04989663 BTC, poco più di 300 dollari. 

Durante una normale chiusura collaborativa di un canale LN, tutti i partecipanti accettano di chiudere il canale e di regolare lo stato finale del canale su blockchain. Perché ciò avvenga tutti i partecipanti devono fornire la loro esplicita autorizzazione, con firma digitale, per la transazione di chiusura cooperativa. 

Quando queste autorizzazioni vengono a mancare si procede ad una chiusura non collaborativa. 

La prima possibilità è la cosiddetta chiusura forzata, ovvero quella effettuata da uno dei partecipanti al canale senza la collaborazione dell’altra parte. 

Questa chiusura viene considerata legittima solo se vengono rispettati precisi criteri che consentono di chiudere correttamente il canale, ma mentre con una chiusura collaborativa entrambe le parti ricevono subito i loro fondi, con una chiusura forzata chi la lancia deve attendere ore, giorni o settimane per ricevere i propri fondi – l’altra parte invece li riceve subito. 

Tuttavia, ci può essere anche un tentativo di chiusura fraudolenta, ovvero una chiusura unilaterale non valida di un canale. In questi casi, se la chiusura non valida non viene rilevata dalla controparte, il nodo malevolo riuscirà a cavarsela e potrebbe rubare parte dei fondi alla controparte. 

Quando la controparte si accorgerà del furto potrà effettuare una transazione di penalità, fornendo la prova della chiusura fraudolenta, in modo da poter punire il nodo che l’ha effettuata. 

In questo caso specifico, la penalità è stata relativamente contenuta, ma non è affatto detto che i furti perpetrati in questo modo si limitino a cifre come 0,05 BTC.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.