HomeCriptovaluteMiningHTC Exodus permette il crypto mining di Monero

HTC Exodus permette il crypto mining di Monero

HTC EXODUS e Midas Labs hanno annunciato di aver iniziato a supportare il crypto mining di Monero (XMR) attraverso la app DeMiner che uscirà nel secondo trimestre del 2020.

HTC è l’azienda produttrice dello smartphone blockchain Exodus che contiene anche un full node Bitcoin e che è capace di minare diverse crypto. 

DeMiner app

Phil Chen, Decentralized Chief Officer di HTC, ha dichiarato:

“Il mondo crypto è minacciato dal dominio dell’hashrate da gigantesche mining pool. Il modo più efficace per eliminare questo problema è quello di rendere l’attività di mining accessibile alle masse, e cioè attraverso i dispositivi mobili. Questa applicazione rende il mining con smartphone efficiente in termini di costi, offrendo incentivi ai singoli miner e aiutando a decentralizzare la rete. Questo è il primo passo per poter minare Monero, un token incentrato sulla privacy, che si integra molto bene nella visione di EXODUS”.

Monero (XMR) è tra le più famose privacy-coin del settore, permettendo maggiore anonimato rispetto alle tradizionali crypto come Bitcoin che invece sono solo pseudo anonime.

Secondo Midas Labs, un normale laptop potrebbe minare circa $0.06 al giorno in XMR. 

Dr. Jri Lee, founder e CEO di Midas Labs e professore alla National Taiwan University, ha spiegato:

“Abbiamo sviluppato l’applicazione DeMiner affinché un dispositivo smartphone possa avere un hashrate paragonabile a un desktop, consumando molta meno energia. In questo modo i dispositivi mobili possono diventare per la prima volta idonei per il mining delle criptovalute (mentre collegati alla corrente). Partendo dal framework open source abbiamo ristrutturato e ottimizzato il mining per i dispositivi mobili. Midas Labs consente agli utilizzatori di EXODUS 1S di estrarre in media almeno $0,0038 XMR al giorno, con un costo dell’energia elettrica inferiore al 50%. [2] Midas Labs approfondirà il processo di decentralizzazione fornendo soluzioni hardware per l’industria mobile. Midas è entusiasta di collaborare con Exodus per creare un ambiente ancora più user-friendly per gli appassionati di blockchain”.

Nel frattempo, Midas Labs ha anche approfittato per annunciare un round di seed funding guidato da Proof of Capital.

Phil Chen ha così spiegato:

“Sono entusiasta del nostro investimento in Midas Labs, in quanto applicano la progettazione di semiconduttori di classe mondiale nello spazio mining mobile. È importante sottolineare che il loro team svolge un ruolo fondamentale nella promozione della decentralizzazione e nella creazione di un sistema monetario e finanziario più inclusivo”.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchiohttps://cryptonomist.ch
Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist, oltre che Italian PR manager per l'exchange Bitget. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e ha pubblicato un libro "NFT: la guida completa'" edito Mondadori. Inoltre è co-founder del progetto NFT chiamati The NFT Magazine, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore. Come advisor, Amelia è anche coinvolta in progetti sul metaverso come The Nemesis e OVER.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS