Tinder e le mail di ricatto a tema Bitcoin
Tinder e le mail di ricatto a tema Bitcoin
Sicurezza

Tinder e le mail di ricatto a tema Bitcoin

By Alfredo de Candia - 10 Apr 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Come abbiamo visto nel corso degli anni, i criminali sono sempre alle prese con il trovare nuovi modi per colpire con truffe e mail di ricatto, spesso chiedendo anche ricompense in bitcoin e altre crypto.

Purtroppo in questo settore circolano moltissime shitcoin e truffe e persino The Cryptonomist ne è stata vittima.

Ora i criminali hanno iniziato ad utilizzare anche le famose app di incontri come Tinder fingendosi delle avvenenti ragazze e inviando messaggi con informazioni riguardo a nuove crypto facendosi consegnare ingenti somme per avere un ritorno incredibile sull’investimento.

Se ne ritrova traccia anche in diversi post su Reddit, forum sul quale alcuni utenti hanno avvertito della minaccia. Ovviamente queste belle donne passano diverse settimane a chattare con le vittime prima che scatti la truffa, in modo da conquistare la fiducia del malcapitato.

Il modus operandi è lo stesso che avviene anche su diversi social network, ma in questo caso mai nessuno potrebbe immaginare di essere in contatto con un criminale, visto che difficilmente un utente si farebbe scappare una chiacchierata con una ragazza avvenente e anche interessata alle crypto!

In altri casi, invece, si ricevono email di ricatto in cui il criminale spiega di essere in possesso di informazioni sensibili relative alla vittima e chiedendo un compenso in bitcoin o in altre crypto per non diffonderle.

Purtroppo la maggior parte degli utenti non è molto avvezzo a controllare gli elementi distintivi e significativi di un progetto o di una crypto scam.

Come capire se si tratta di una truffa

Innanzitutto se qualcuno promette guadagni facili ed incredibili, sicuramente si tratta di una truffa, visto che nessuno può garantire l’andamento di un asset.

Invece, nel caso di email di ricatto, si tratta di una bufala e quindi non è necessario inviare nessun pagamento poiché in realtà non ci sono informazioni sensibili che sono state hackerate.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.