Tether pronta a rilasciare milioni di USDT a causa della domanda di bitcoin
Tether pronta a rilasciare milioni di USDT a causa della domanda di bitcoin
Stable Coin

Tether pronta a rilasciare milioni di USDT a causa della domanda di bitcoin

By Marco Cavicchioli - 29 Apr 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Il recente incremento della domanda di bitcoin potrebbe richiedere il rilascio di diverse milioni di USDT da parte di Tether. 

Negli ultimi giorni, infatti, un evidente incremento della domanda di bitcoin ne ha fatto salire il prezzo da 6.700 $ fino ad oltre 7.900 $. 

Questo significa molto probabilmente che sui mercati crypto sono tornati a fluire capitali in valuta fiat, soprattutto in dollari americani e Tether si sta preparando a rifornire di conseguenza i mercati di USDT. 

Infatti, spesso chi acquista bitcoin in valuta fiat non li rivende nella stessa valuta. O, meglio, qualora decidesse di rivenderli in molti casi preferisce farlo utilizzando un token di una stablecoin come USDT, piuttosto che la medesima valuta fiat che ha utilizzato per l’acquisto, perchè le stablecoin risultano essere molto più facili da spostare rispetto alle valute fiat e soprattutto senza limitazioni o complicazioni di carattere bancario. 

Per questo motivo, in vista di un possibile incremento della domanda di mercato di USDT, Tether ha iniziato a coniare nuovi token immagazzinandoli in attesa di rilasciarli sul mercato qualora necessario. 

Come dimostra la pagina dedicata alla trasparenza sul sito ufficiale di Tether, in questo momento non tutti gli USDT coniati sono stati immessi sul mercato. 

Alcuni, ad esempio, risultano essere stati autorizzati ma non emessi, altri sono bloccati, altri sono stati coniati in eccesso. 

Gli USDT coniati, non bloccati, ma non ancora emessi sul mercato sono proprio le scorte che Tether crea per essere pronta a rilasciare grandi quantità di USDT in breve tempo qualora il mercato lo richiedesse. 

Per questo motivo negli ultimi giorni ha provveduto a coniare diverse decine di milioni di USDT, in modo da rimpinguare le scorte in attesa di un possibile incremento della domanda. 

Lo rivelano alcuni tweet di Whale Alert: 

  • 27 aprile, coniati 120.000.000 USDT;
  • 27 aprile, coniati altri 120.000.000 di USDT;
  • 27 aprile, coniati 30.000.000 USDT;
  • 28 aprile, coniati 50.000.000 USDT. 

È stato il CTO di Tether Paolo Ardoino a rivelare che si tratta di un rifornimento delle scorte con una risposta ad uno dei tweet di Whale Alert. 

Ovviamente non è solo l’incremento della domanda di bitcoin a generare come conseguenza un possibile incremento futuro della domanda di USDT, ma visto che mancano meno di due settimane all’halving, è possibile che questo sia attualmente un ‘evento maggiormente in grado di attrarre capitali sul mercato crypto, e di condizionare quindi di conseguenza anche la domanda futura di stablecoin.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.