TON: presto rilasciato il sistema operativo della blockchain
TON: presto rilasciato il sistema operativo della blockchain
Blockchain

TON: presto rilasciato il sistema operativo della blockchain

By Marco Cavicchioli - 29 Apr 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Il sistema operativo della blockchain di TON sarebbe in procinto di essere rilasciato pubblicamente. 

Lo riferisce una fonte russa, secondo la quale gli sviluppatori della piattaforma TON stanno per pubblicare il loro sistema operativo per eseguire servizi sulla blockchain utilizzando qualsiasi dispositivo e qualsiasi criptovaluta. 

Già un mese fa si era fatta strada l’ipotesi che lo sviluppo ed il rilascio di TON sarebbe proseguito nonostante il blocco imposto dalla SEC americana in seguito alla ICO di Telegram, perché TON di fatto ormai è un progetto decentralizzato ed open source su cui la SEC non ha autorità. 

Cos’è TON OS?

In questo modo lo sviluppo del token Gram, e quello della blockchain TON, sono stati separati in modo da poter procedere su due binari differenti. Quella che potrebbe essere rilasciata dovrebbe essere l’App TON OS, ovvero il sistema operativo della piattaforma blockchain TON.

Sul sito web di TON Labs viene spiegato che TON OS è un’infrastruttura open source end-to-end che consentirà a sviluppatori e utenti di lavorare con la blockchain di TON. 

Sarebbero già anche state sviluppate le applicazioni per l’installazione del sistema operativo, e presto saranno disponibili all’uso. 

TON OS non sarà un’alternativa ai sistemi operativi esistenti, ma sarà un componente specifico che consentirà ai dispositivi di utilizzare le applicazioni di TON.

In questo scenario la blockchain è vista come la base tecnologica per gestire token e wallet, mentre TON OS quella per creare, gestire ed utilizzare applicazioni basate su questa blockchain. 

L’obiettivo è quello che possano essere sviluppate molte applicazioni innovative, basate su TON OS, ad esempio nel campo della finanza o delle votazioni, per risolvere problemi come la corruzione, l’efficienza o il coinvolgimento dei cittadini grazie a soluzioni decentralizzate. 

In altre parole sembra una specie di alternativa all’ecosistema Ethereum, sebbene in assenza di dettagli più specifici è difficile fare paragoni. 

Un altro accostamento è stato fatto con il protocollo Codius lanciato dagli sviluppatori di Ripple, che consente, ad esempio, di avviare applicazioni decentralizzate. Anche Java viene citato come esempio, sebbene Java non sia affatto centralizzato. 

Uno degli aspetti più importanti però è che non necessiterà del token Gram per funzionare e questo ne rende di fatto possibile il rilascio anche se il progetto gram ora come ora è di fatto bloccato.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.