Square: record di volumi per bitcoin
Square: record di volumi per bitcoin
Bitcoin

Square: record di volumi per bitcoin

By Marco Cavicchioli - 7 Mag 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Nel primo trimestre del 2020 Square ha fatto registrare volumi record per quanto riguarda le compravendite di bitcoin. 

Infatti, nella lettera agli investitori riguardante il Q1 2020 dichiarano incassi massimi di sempre per quanto riguarda le attività legate a bitcoin. 

Per quanto riguarda la loro Cash App, su un totale di 528 milioni di dollari di fatturato, ben 306 sono derivati delle attività legate a bitcoin (ovvero il 58%), mentre le sottoscrizioni, gli altri servizi e le altre transazioni hanno fruttato solamente 222 milioni. 

Questi 222 milioni generati dalle altre attività corrispondono ad un incremento del 98% rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso, quando però i servizi legati a bitcoin erano solo all’inizio ed avevano un ruolo marginale. 

Tuttavia, per quanto riguarda i profitti, le attività legate a bitcoin hanno prodotto solamente 7 milioni su 183, con 176 milioni prodotti dalle altre attività. 

Comunque, rispetto al trimestre precedente (Q4 2019), questi profitti sono stati del 90% superiori.  

Per quanto riguarda i volumi scambiati dai servizi inerenti a bitcoin, nel primo trimestre del 2020 sono aumentati del 367% rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso, e del 72% rispetto al trimestre precedente. 

Pertanto è possibile che l’enorme crescita fatta registrare nel Q1 del 2020 da Cash App sia dovuta principalmente proprio al successo dei servizi legati a bitcoin, che hanno portato ad un notevole incremento dei clienti attivi e delle transazioni. 

Anche ad aprile il trend è continuato, facendo registrare i nuovi picchi massimi mensili per: 

  • numero di clienti attivi, 
  • volumi di scambio peer-to-peer, 
  • pagamenti, 
  • transazioni, 
  • volumi di bitcoin scambiati, 
  • volumi delle intermediazioni azionarie, 
  • volume di fondi custoditi. 

Ad esempio, a fine aprile questi ultimi corrispondevano ad oltre 1,3 miliardi di dollari, mentre il numero di clienti è passato da 3 milioni di febbraio a circa 14 milioni di clienti di metà aprile. 

Questo trend pare sia stato alimentato proprio dalla crisi finanziaria innescatasi a causa della pandemia di coronavirus e dal successivo lockdown. 

La maggiore volatilità dei mercati, e la massiccia disponibilità di tempo, hanno fatto incrementare l’interesse nei confronti degli investimenti in azioni e bitcoin, secondo quanto dichiarato da CFO della società, Amrita Ahuja

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.