Litecoin e le preoccupazioni su MimbleWimble
Litecoin e le preoccupazioni su MimbleWimble
Blockchain

Litecoin e le preoccupazioni su MimbleWimble

By Alfredo de Candia - 25 Mag 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

In una recente intervista al creatore di Litecoin (LTC), Charlie Lee, la community è venuta a conoscenza di alcuni dettagli in merito all’integrazione del protocollo MimbleWimble (MW) su questa blockchain e come andrà ad impattare sugli utenti.

Le varie domande fatte durante l’intervista hanno messo l’accento su come si potrà usare il nuovo protocollo ed è stato chiesto se le nuove transazioni saranno schermate di default oppure no.

Rispondendo a questa domanda Charlie Lee ha spiegato che l’utente potrà decidere se eseguire o meno le transazioni con il nuovo sistema di protezione. È un modello che troviamo già su Zcash (ZEC) in cui l’utente può decidere se shieldare o meno le transazioni per ottenere maggiore privacy.

Altro argomento toccato durante l’intervista è stato in merito all’adozione della nuova versione di Litecoin da parte degli exchange: Lee è consapevole che all’inizio sarà difficile e che non tutti i wallet saranno compatibili con questa nuova funzione; anche gli exchange dovranno aggiornarsi e permettere agli utenti di sfruttare il nuovo protocollo:

“Inizialmente l’utilizzo dell’implementazione di Litecoin post-MimbleWimble sarà difficile; ci sarà una curva di apprendimento. Non tutti i wallet saranno in grado di sostenerla fin dall’inizio[…] Dato che si tratta di una soft fork, l’intero ecosistema non avrà bisogno di preoccuparsene fintanto che non lo vorrà”.

Lee ha anche risposto a delle domande sulla cosiddetta inflazione nascosta, in quanto una maggiore privacy permetterebbe di non controllare quante crypto vengono mosse ed in che modo, quindi questo potrebbe creare un rischio di inflazione generato dalle crypto in più.  

Lee ha rassicurato sul tema dicendo che i blocchi con le relative transazioni protette saranno aggiunti alla catena ed in questo modo anche se qualcuno dovesse attaccare quei blocchi, il bug non si propagherebbe a tutta la catena.

“La cosa positiva del nostro ecosistema è l’estensione del blocco di Litecoin; sarebbe un po’ isolato da solo. Quindi, anche se succedesse qualcosa, non si infiltrerebbe nella catena principale perché non sarebbe possibile ritirare altre monete”.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.